Posts Tagged ‘ Trio Medusa ’

Anche t-shirt Fiorello all’asta contro l’Aids .

La t-shirt dell'ultimo spettacolo di Fiorello autografata donata dall'artista per un'asta solidale su eBay organizzata dal Trio Medusa per sostenere la campagna Cesvi 'Fermiamo l'Aids sul nascere.

 
All’asta su eBay per appassionati di musica, sport, cinema e cucina oggetti donati dai personaggi più amati: Laura Pausini, Fiorello, Valentino Rossi, Paola Cortellesi, Claudio Bisio, Victoria Cabello, Kobe Briant, Luca Argentero la squadra dell’Inter e molti altri. Il Trio Medusa torna a schierarsi a favore della lotta all’Aids organizzando su eBay un’asta solidale grazie alla quale, tra l’11 e il 18 dicembre, sarà possibile acquistare oggetti donati da personaggi famosi del mondo dello spettacolo, dello sport, del cinema sostenendo così la campagna Cesvi ‘Fermiamo l’Aids sul nasceré.

I 180.000 euro raccolti lo scorso anno grazie al Trio Medusa sono stati destinati dal Cesvi alle donne incinte affette dall’Aids ricoverate presso l’Ospedale Saint Albert’s in Zimbabwe, alle quali è stato garantito il trattamento sanitario prenatale. Anche in questa edizione gli oggetti donati dagli amici del Trio Medusa non mancheranno di attirare i fans più sfegatati: il giubbotto del rally di Monza di Valentino Rossi, la t-shirt dell’ultimo spettacolo di Fiorello autografata, i pantaloni in pelle autografati di Laura Pausini, un paio di scarpe di Victoria Cabello, una maglia di Luca Argentero, la t-shirt di Zelig di Paola Cortellesi, il cofanetto dvd di Zelig di Claudio Bisio , la maglia Deejay autografata da Kobe Bryant, la borsa firmata dall’intera squadra dell’Inter, la maglia del Manchester autografata da Noel Gallagher, una camicia di Pupo e molti altri ancora.

Dalle 7 alle 24 di Domenica 18 dicembre il Trio Medusa concluderà la settimana dedicata all’asta con una maratona radio di 17 ore, insieme a ospiti, amici e gli speaker di Radio Deejay, che interverranno a sostenere l’iniziativa. Inoltre chiameranno a raccolta tutti gli ascoltatori di Dejeay, che dovranno presentarsi in radio vestiti da Beatles. Dal 27 novembre è partita anche la raccolta fondi tramite l’SMS solidale 45509: è possibile donare 2 euro da cellulare personale Tim, Vodafone, Wind, 3, CoopVoce e PosteMobile o chiamando da rete fissa Infostrada e TeleTu, oppure 5/10 euro con chiamata da rete fissa Telecom Italia e Fastweb.

 

Fonte: ansa.it

 

E “Calippo e bira” diventano uno spot. Per la Treccani.

Anche una maglietta può essere utile per migliorare il proprio linguaggio. In questo caso, forse, non c' era bisogno di parole. .Maglietta "Treccani" ?

Quest’estate fu il turno delle originali. Due ragazze normalissime che, intervistate sulla spiaggia di Ostia su che cosa facessero per rinfrescarsi, ebbero l’ardire di rispondere: “Prendiamo un calippo e ‘na bira”. Mal gliene incolse: in men che non si dica quella frase, “cristallizata” da un video su YouTube e ripetuta migliaia di volte dal Trio Medusa su Radio Deejay, le trasformò in piccole star dello stile “casual, anche troppo”. Ora, però, quello stile è diventato un trend. Da sfruttare. Tanto che la Treccani, una delle più grandi “istituzioni” della cultura italiana, ha deciso di chiedere a due attrici di rifare quella parlata romanesca per i suoi nuovi spot, che hanno ottenuto un immediato successo su internet. Protagoniste sono proprio due ragazze, che dopo aver affrontato diverse situazioni “impossibili” (lettura di un menù, scrittura di una cartolina, risoluzione di un cruciverba) si trovano di fronte un omino in giacca e cravatta che passa loro un vocabolario. Che loro usano nei modi più disparati (e impropri)…

Fonte: http://city.corriere.it

 
 

Scarica ora City Motori,clicca qui City bike,clicca qui city Summer,clicca qui City Design,clicca qui City travel,clicca qui scarica ora City motori,clicca qui City Bike,clicca qui City Summer,clicca qui City Spring,clicca qui City travel,clicca qui

 

Non perdete le coatte a Ostia…neanche Pasolini ce l’avrebbe fatta a scovarle.(Ammesso che sia tutto vero…)

Effettivamente ci sembravano abbastanza inconsapevoli di cosa stessero creando con questo video...

Un calippo e ‘na bira

Quanti libri sulla comunicazione sono stati scritti?

Quanti sul marketing?

Quanti sulla capacità di creare tormentoni?

Quali e quante sono “le leggi” che i pubblicitari dicono di seguire come una professione di fede?

Ecco. Buttate i libri. Stracciate gli inviti ai convegni. Fatevi ridare indietro i soldi che avete speso per delle consulenze sulla pubblicità.Perché -ancora una volta- è stato dimostrato che non hanno senso. E’ bastato che su youtube  apparisse il video di un’intervista di SkyTg24 (non andata in onda) per trovare il vero “tormentone” dell’estate.

Come direbbe Mister P: “Ma vi rendete conto? Cioé…direttore…avvocato…”.

Che ancora una volta ci abbiamo messo uno zampino, ci rende fieri.

Soprattutto perché i meccanismi della comunicazione sono andati a ramengo. Inutile scervellarsi cercando un ritornello super orecchiabile, disegnare un gadget che vada fortissimo sulle spiagge italiane, un capo di abbigliamento che la pubblicità ti spaccia come “necessario”.

Basta l’intervista a due simpatiche quanto genuine ragazze che il giochino ti si rompe tra le mani.

E domani vi aspettiamo dalle 9.15 in poi a Via Cristoforo Colombo 90 per festeggiare (insieme a SkyTg) l’ennesima vittoria della non-regola.Ps i calippo li offre l’Algida. La “bira” ve la portate voi….

Fonte: http://iltriomedusa.blog.deejay.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: