Posts Tagged ‘ QR Code ’

Amor, ch’a nullo amato amar perdona. In inglese. #Dante espatria.

dante alighieri

Già è un verso non semplice in italiano, ma #Dante in inglese splende.

Amor, ch’a nullo amato amar perdona,
A

Amor, ch’a nullo amato amar perdonaa

mi prese del costui piacer sì forte,
che, come vedi, ancor non m’abbandona.

E’ stata sempre una gran fatica approcciare la Divina Commedia a questo punto…Solitamente le “sedute” affinchè tutta la classe capisca ( più o meno) il significato di questo arduo passaggio sono svariate. E i professori già durante le loro vacanze tremono al pensiero di fronteggiare un nuovo plotone di disperati che intuiscono la grandezza ma non ne colgono il contenuto.

Eppure a volte il verso è un mantra ripetuto senza senso. Un “Lucio Battisti” seconda maniera…Così, tanto per sfoderare culture inesistenti o passioni scolastiche che rimandano ad altro…

Allora ci piace proporre il grande verso in inglese. Vuoi perchè questa è una t-shirt italiana che sta per varcare le frontiere ( Fiera del Libro di Francoforte, a ottobre) e vuoi perchè traslata nella lingua di oltremanica a noi sembra quasi più comprensibile, come se l’inglese facilitasse il senso, lo modernizzasse rendendolo più “nostro”.

Daltronde se l’inglese è la lingua che oggi mette in contatto i popoli è ovvio che tende a facilitarne il senso e messa così, come per incanto, “l’amor c’ha nullo amato…” assume le sembianze di un film in lingua originale.

Chissà che ne direbbe Dante di tutto questo. Considerando, inoltre, che la maglietta reca in sè l’intera “Commedia” racchiusa in quel piccolo Qr Code che, scansito con lo smartphone o con il tablet, permette di avere in pochi secondi quanto Alighieri ha dovuto realizzare in quasi un decennio.

Consigliamo questo brano di Wikipedia : http://it.wikipedia.org/wiki/Amor,_ch%27a_nullo_amato_amar_perdona, per una rispolverata. E poi, se sempre ostico fosse il senso, perchè non darsi all’inglese per far miglior figura?

Male che vada si torna a quella italiana http://www.magliettefresche.com/magliette/amor-ch-a-nullo-amato-detail -e la si indossa durante il prossimo esame di maturità. Una trovata ormai già in uso, grazie alle magliette pickabook.

(M.M. per newsfromtshirts).

T-shirt: http://www.magliettefresche.com

 

Ma come si fa a dire la verita? Il caso #Snowden

obama

Bel problema Mr. Snowden

Al di là di tutto quello che sta succedendo tra Mosca, Ecuador e la Casa Bianca; al di là di ogni implicazione politica, siamo rimasti colpiti dalla  biografia di Snowden:  http://temi.repubblica.it/limes/edward-snowden-ritratto-di-una-spia-pentita/48523 nonchè da una frase detta dal padre di Edward : Snowden e’ persona ”con un forte senso di quello che e’ giusto o sbagliato. Deve aver trovato qualcosa che lo ha veramente disturbato per spingersi cosi’ in avanti”.

Spingersi così avanti” in sostanza vuole significare DIRE LA VERITA’, spingersi avanti come istinto a non barare, a non mentire. E’ un piccola dichiarazione piena di contenuti e, forse, doppi sensi, a pensarci e rileggerla bene.  Seguire Snowden nelle sue peripezie simili in parte a quelle di Tom Hanks nel film airport è nulla difronte alla enormità di “tradire” il proprio paese, la propria tranquillità e fottersi la vita per un irrefrenabile (e improvviso) istinto a raccontare quello che si sa.

Per questo ci è venuto in mente Pinocchio (ben rappresentato in questa maglietta che ne contiene l’intero testo grazie al qr code) e la battaglia simbolica del burattino per far finta che la verità sia la bugia o comunque un’altra rispetto a quella che si racconta, e quell’intralcio assurdo del naso che non ti fa nascondere. Quel naso è, a dire di Snowden senior, il senso di ciò che è giusto e di ciò che è sbagliato.

Edward Snowden forse non aveva calcolato il rinculo pazzesco del suo “dire la verità” oppure nessuno gli ha mai insegnato fino in fondo a “dire le cose come stanno al momento opportuno” oppure è un kamikaze della trasparenza che però, come un vetro, nel momento in cui si materializza, ferisce principalmente lui.

E la domanda torna, e magari andrebbe girata al padre di Edward  ( a questo punto il vero propulsore di questo “incidente” mondiale che mai e poi mai poteva immaginare)  perchè appare chiaro che, mentre insegnava al piccolo Snowden a dire la verità , faceva contemporaneamente sì che il bambino recepisse allo stesso tempo sia come nasconderla che come renderla apparente.

In questo dualismo che tutti può tangere il dramma di un giovane che vivrà braccato avendoci inoltre messo la faccia.

Caro Edward, nessuno sa come “dire la verità” e tu sei il più illustre testimonial di questo dubbio che spesso ci avvolge e che fa preferire la bugia, come se davanti ad una medicina si preferisse la malattia.

(Marco Mottolese per newsfromtshirts)

T-Shirt: http://www.magliettefresche.it

Al via le celebrazioni per il 748° annuale di Dante Alighieri. “È un nostro dovere far rivivere il suo pensiero”

dante alighieri

Dante è una guida senza tempo.

 

Grande festa per il 748° Annuale della nascita di Dante (1265-2013), la tradizionale cerimonia organizzata dal Comune di Firenze. L’iniziativa è stata presentata questa mattina in Palazzo Vecchio dal presidente del Consiglio comunale Eugenio Giani “E’ un dovere dei fiorentini – ha detto Giani- far vivere l’attualità del pensiero di Dante. Il Sommo Poeta ha saputo donarci, come nessun altro, uno spaccato  intenso e preciso della società del trecento. La Divina Commedia è un racconto da cui emergono ritratti ben delineati dei personaggi dell’epoca, fiorentini in partcolare),  ma è anche un trattato di storia e astronomia”.

 

 Il ritrovo per dare il via alle celebrazioni è sabato 1 giugno a Palazzo Vecchio (ingresso Porta Carraia, via dei Gondi). Da qui un corteo guidato dal presidente Eugenio Giani e formato dai rappresentanti dei Comuni di Firenze e Ravenna, dell’Unione Fiorentina e della Società Dantesca Italiana sfilerà per le strade di Firenze.
Alle 10.45 tutti in Piazza Santa Croce, dove il corteo si recherà a deporre una corona di alloro ai piedi della statua di Dante, davanti alla Basilica. Il momento sarà accompagnato dal suono delle chiarine, le tradizionali trombe comunali.  Alle 11 la stessa cosa avverrà davanti alla Casa di Dante.

 

La cerimonia entrerà nel vivo con la consegna della Medaglia d’oro del Comune di Firenze al professor Enrico Malato (11.30 nel Salone de’ Dugento di Palazzo Vecchio). Qui Malato terrà un intervento dal titolo “Dante: ritorno a Firenze tra biografia e scrittura”.

 

La mattinata si concluderà alle 12 con la presentazione del “Passaporto sulle tracce di Dante” a cura della Fondazione Palazzo Strozzi. A questo proposito Giani ha ricordato l’appuntamento di sabato 15 giugno con il tour alla riscoperta di Dante nelle vie di Firenze. L’itinerario parte da Palazzo Vecchio e si conclude al Palagio dell’Arte della Lana, sede della Società Dantesca Italiana (SDI), fondata nel 1888 e attualmente il più prestigioso centro di studi sul Sommo Poeta. Il tragitto tra lapidi e personaggi di dantesca memoria è stato inaugurato lo scorso sabato da Eugenio Giani, che è anche presidente della SDI.

 

 Tra il 1900 e il 1907 il Comune collocò 50 lapidi per la scelta delle quali fu nominata un’apposita commissione, composta dal senatore Isidoro del Lungo, dal marchese Piero Torrigiani, dal nobile Giuseppe Lando Passerini e dai professori Orazio Bacci, Guido Carocci, Attilio Formilli e Luigi Minuti. E’ il presidente Giani che accompagnerà fiorentini e non solo alla riscoperta delle tante tracce dell’Alighieri in città e ricostruendo la vita del Sommo Poeta attraverso i versi della Commedia incisi sulle lapidi.
T-shirt: http://www.magliettefresche.it ( sul sito è possibile scaricare l’intera Divina Commedia gratuitamente)
Fonte: http://www.gonews.it – Fonte: Comune di Firenze – Ufficio Stampa

 

Pick a Book, #magliette “interattive” da leggere (e da indossare). Grazie #QRcode.

magliette

Mi porto a spasso Dante Allighieri

 

Grazie al codice QR stampato si possono trasferire gratuitamente l’ebook o il pdf del libro.

 

Che libro mi metto oggi? Con «Pick a Book » arrivano le magliette da leggere in vendita in libreria. Sono t-shirt di cotone e nello stesso tempo digitali con frasi famose di grandi classici della letteratura, da Dante a Conrad, di cui si possono scaricare i testi integrali grazie a una sorta di codice a barre.

Il meccanismo è semplice: inquadrando con uno smartphone o un tablet il codice QR stampato sulla t-shirt si possono trasferire in pochi secondi e gratuitamente l’ebook o il pdf del libro a cui fa riferimento la frase riportata sulla maglietta.

Il nuovo connubio tra letteratura, tecnologia e abbigliamento viene lanciato dal marchio Magliettefresche e grazie all’impegno del Gruppo Edicart Style. L’idea è di Marco Mottolese che, con l’aggiunta delle potenzialità offerte dalla tecnologia, ha ripreso la fortunata esperienza, di cui fu artefice negli anni Novanta, delle t-shirt di culto Parole di Cotone che invasero le librerie «vestendo» di testi letterari circa 7 milioni di persone in Italia e nel mondo.

 «Il 2013 – sottolinea Mottolese – sarà ricordato probabilmente come l’anno della consacrazione della tecnologia indossabile. Al lancio degli occhiali Google Glass o dell’orologio Apple iWatch si accompagna ora l’idea semplice ma dalle grandi potenzialità delle t-shirt Pick a Book». 

(Ansa) e La Stampa.

T-Shirt: http://www.magliettefresche.it

Scrivevo silenzi,notti,annotavo l’inesprimibile,fissavo vertigini. Arthur Rimbaud per #pickabook

rimbaud

Il più grande «poète maudit» prima dei maudits del rock.

 

« Io dico che bisogna essere veggente, farsi veggente. Il Poeta si fa veggente attraverso una lunga, immensa e ragionata sregolatezza di tutti i sensi»

A.Rimbaud

 

“Una stagione all’inferno” non è descrivibile, come non è descrivibile il verso stampato su questa T-shirt. L’uso evocativo e sicuramente “poetico” dell’imperfetto, ci proietta, leggendo i tre versi, in un mondo senza tempo, in un inferno neanche tanto cattivo ma sicuramente accattivante, ci evoca semplicemente l’adolescenza e poi la gioventù, quel passaggio in cui “annotare l’inesprimibile” viene meglio che osservare il banale.

La faccia di Rimbaud, su questa maglietta che a sua volta ritrae un famoso graffito parigino ispirato ad una delle poche fotografie che si hanno del poeta, è quella di un giovane destinato al palcoscenico. Fosse vissuto oggi potrebbe chiamarsi, forse, Bieber, oppure Di Caprio. Oppure Morrison.

Da rileggere, almeno una volta l’anno, “una stagione all’inferno” perchè leggendo si torna indietro nel tempo, si torna a quando si è giovani, essendo questa raccolta non altro che una enorme metafora della adolescenza e della gioventù. E delle vertigini che si provano in quel passaggio.

E questa maglietta “pickabook” lo permette, di tornare indietro,  perchè, scansendo il qr code stampato sulla maglia, con smartphone o tablet, in pochi secondi si avrà questo “inferno” nel proprio device, pronto a dare una nuova carica, pronto a servire una traccia di vita.

(Marco Mottolese per newsfromtshirts)

T-Shirt: http://www.magliettefresche.it

 

T-shirt o #ebook? Pickabook, entrambe le cose.

 

Fitzgerald

Molto attuale il Grande Gatsby…

Anno 1990, in libreria sbarcano le Parole di Cotone e qualcosa cambia per sempre nel paludato mondo dei librai. Con quelle magliette dalle citazioni illustri il merchandising editoriale, sino ad allora fenomeno ben poco frequentato, comincia a trovare i suoi spazi. Ed il successo è mondiale, nel decennio 1990 – 2000 sono state sette milioni le magliette vendute, in Italia,

Europa ma anche in Giappone e negli USA perché andarsene in giro con Hemingway  o Rimbaud sul petto non è solo “figo”, è un modo per riconoscersi, per ritrovare nello sguardo degli altri che si posa sulla scritta una sorta di complicità. Idea geniale, tutta italiana, a progettarla e a metterla in campo tre giovani che con le loro idee hanno poi costruito una carriera, come Francesco Franceschi (il signor Moleskine, per intenderci) e Marco Mottolese che chiusa la parentesi con le Parole di Cotone è approdato in Salani, dove ha dato vita quell’esperienza dei Magazzini Salani che hanno risuscitato Mafalda di Quino, rinverdito l’immaginario de Il Piccolo Principe e ampliato quello magico di Harry Potter, finito su ogni sorta di gadget.

Oggi un ritorno, con il marchio Magliettefresche ed Edicart, nota casa editrice di libri per ragazzi, le Parole di Cotone rinascono in versione 2.0 attraverso una nuova idea di Mottolese: le t-shirt “Pick a Book”, in breve, una maglietta che contiene, oltre alla classica citazione un intero e-book. Magia del QR Code stampato sul cotone, quella sorta di codice a barre che, una volta inquadrato, permette d’importare nel proprio dispositivo l’e-book o il pdf del romanzo a cui fa riferimento la t-shirt. Il 16 maggio al Salone del libro di Torino, presso lo stand Edicart, la presentazione ufficiale. “Ovviamente abbiamo puntato sui classici – spiega Mottolese – per una questione di diritti e anche per passione. E allora in catalogo ecco il Grande Gatsby di Scott Fitzgerald (per caso ho scoperto che il film uscirà in concomitanza alla nostra presentazione), e Dante che è un mio pallino, assieme a Joseph Conrad; e poi Jane Austen, Cenrentola e Pinocchio per rendere omaggio alla letteratura per ragazzi; e ancora Rimbaud, Seneca e la Hawthorne, le loro citazioni ed il libro relativo diventano come dei grandi biglietti da visita”.

qrcode

Chissà se Rimbaud ha mai immaginato di diventare “maglietta”.

Ad un prezzo contenuto (19.90 euro) le Pick a Book s’inseriscono con la loro semplicità nel solco della tecnologia da indossare (vedi Google glass e l’Apple iWatch). Ed è tempo che la tecnologia provi a restituire qualcosa ai librai, visto che tra megastore on line e libri elettronici sono proprio i librai tra le categorie più penalizzate dall’avanzata tecnologica : “Questa è in fondo una storia che ricomincia – dice Mottolese – e l’inizio sembra buono, dall’andamento delle prevendite notiamo molto interesse. Ma per le Pick a Book ci saranno delle evoluzioni – prosegue – il prossimo passo, chissà, potrebbe essere inserire degli inediti, anche solo degli estratti di libri in uscita. Tempo fa parlando con Alessandro Baricco, mi disse che gli sarebbe piaciuto ‘ritrovarsi’ su una maglietta; anche l’agente di Gabriel Garcia Marquez si mostrò intrigata. Insomma, ci saranno capitoli tutti ancora da scrivere”.

Antonella Durazzo per http://www.daringtodo.com

T-shirt: http://www.magliettefresche.it

Pick a book, dalla t-shirt all’ #ebook con un solo scatto.

pickabook

Il lieto fine è una bella lettura…

Pick a book! Le t-shirt letterarie sono tornate! E grazie alla tecnologia dei QR Code permettono di scaricare subito un ebook gratis!

 

Ve le ricordate quelle magliette che andavano tanto di moda, a fine anni Novanta? Si chiamavano Parole di Cotone, erano un po’ kitch, per certi versi, ma erano perfette da regalare ad amici e parenti! Non dovevi neanche scrivere il biglietto, parlavano da sole ed erano un bel pensiero letterario da indossare!

 

Oggi anche le care vecchie t-shirt letterarie si sono evolute alla smart generation! E tornano alla ribalta, sempre dalla mente dell’originario creatore, Marco Mottolese, che propone, in collaborazione con Gruppo Edicart e Magliette Fresche, la nuova collezione Pick a book. In arrivo, nelle librerie, tante magliette ispirate ai classici della letteratura: Dante, Seneca, Rimbaud, Scott Fitzgerald, Jane Austen, Joseph Conrad!

 

In questa speciale biblioteca di cotone, le novità proposte sono molto interessanti! Le stampe provengono direttamente dal mondo della Street Art, con stencil, disegni e graffiti. Su ogni maglietta è poi presente un QR code, il famoso codice a barre a matrice, che basterà inquadrare nel proprio smartphone, con l’apposita app, per poter accedere alla pagina ufficiale dell’iniziativa da dove sarà possibile scaricare gratuitamente il libro citato nella t-shirt, in versione e-book o pdf!

 

Il nuovo esperimento editoriale di Pick a book sembra essere una buona fusion di influenze culturali diverse, dalla letteratura senza tempo, ai classici della modernità, dalle ultissime opere di arte urbana, agli ultimi metodi hi-tech di download e lettura digitale.

 

Tutto all’insegna dell’ibrido: una maglietta da leggere, una biblioteca digitale da indossare, una citazione letteraria da scaricare, un graffito stampato su cotone!

 

Chissà se basterà, davvero, solo questo a far riavvicinare i giovani alla lettura, come si propone il progetto editoriale Pick a book!

 

Fonte:

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: