Posts Tagged ‘ natale ’

Natale in casa Fiorello… & Co.

Tra le nostre preferite...

 
 

Natale è già alle spalle. Oggi, nel lunedì festivo che segue i banchetti familiari, affiorano su Twitter le molte immagini di auguri postate dai personaggi celebri, alle prese, come tutti, con le feste in famiglia

 Fiorello, come sempre, si sveglia presto e si porta avanti: la mattina del 26 dicembre ha già postato un proprio ritratto, denunciando una nottataccia a causa del troppo mangiare e programmando una colazione a base di camomilla. Nel corso delle giornate natalizie, del resto, ha fornito una esatta cronistoria degli eventi, dall’arrivo del fratello accolto al grido di “Beeppe Beeeppe Beeeppe” (video) fino al dolce ricoperto di cioccolato. Ma andando alla ricerca delle immagini delle celebrità in festa ce n’è davvero per tutti.

Cibo e affini
Appartengono alla schiera dei postatori di cibo, oltre al già citato Fiorello, Elena Santarelli. La showgirl ha cucinato per tutta la famiglia. Dopo aver postato l’immagine di scampi e gamberi pronti alla cottura ha chiesto consigli su come togliere la puzza dalle mani.
Anche il giornalista Sandro Ruotolo ha offerto uno scorcio sulle proprie feste di Natale: pennette stracchino e pepe a #vicenza. Un bellissimo dolce a forma di casetta è il contributo di Saturnino Celani, bassista di Jovanotti. E siamo alla frutta: mandarini e arachidi tostate sono l’immagine pubblicata da Fabio Volo, che le considera ‘la luce in fondo al tunnel’. Dopo la frutta manca solo un bel bicchierino: ci pensa Elisabetta Canalis, che dopo aver affrontato un avventuroso viaggio da Los Angeles alla Sardegna con i suoi cagnolini, bacia la bottiglia di vino fatta dal suo papà. All’apice del connubio con il cibo gli stilisti Stefano Gabbana e Domenico Dolce, tramutati in due busti romani… di cioccolato.

Travestimenti
Non poteva mancare Babbo Natale. E visto che in casa c’è un bimbo piccolo, il bravo papà Bernardo Corradi si assume l’onere del travestimento. Ci pensa la mamma Elena Santarelli a diffondere la prova. Stessa immagine per Francesco Facchinetti, che si interroga sulla reazione della piccola Mia. Usa il cappellino di Babbo Natale persino la top model Eva Riccobono. Sono natalizie anche le calze di Linus, al lavoro a Radio Deejay con degli improbabili calzini rossi. Quasi quanto il maglione del suo collega di lavoro Nicola Savino.

Tradizione
Albero e presepe: cosa c’è di meglio per inviare al mondo (e ai social network) un pensiero di Natale?
E’ il caso di Simona Ventura, che usa l’immagine della recita natalizia dei bambini per inviare i suoi ringraziamenti. Paola Iezzi, del duo Paola e Chiara, offre lo scorcio di una raffinatissima tavola della vigilia.
Sceglie il presepe il conduttore di X Factor Alessandro Cattelan, che esprime il suo gradimento sui protagonisti: “Il mio personaggio preferito, a parte Jesus, resta sempre il pastore che dorme vicino al pozzo”.
Foto in posa di fronte all’albero per Paris Hilton. Così intenta a risultare flessuosa da rischiare la spina dorsale. Paris offre anche un’immagine della dinastia alberghiera: eccola con il papà e il nonno Hilton.
Albero di Natale in salotto per Gerry Scotti: ed è subito Gerry Christmas. Una pianta spelacchiata con un festone natalizio alla rinfusa è la cinica immagine di Natale immortalata in una portineria milanese da Rudy Zerby, discografico e giudice di talent show televisivi.

Panorami
C’è chi sceglie di pubblicare l’immagine del posto nel quale si trova. E’ il caso di Eva Longoria: da lei l’immagine di un bellissimo tramonto losangelino. All’estremo opposto gli alberi innevati di Roberto Bolle.
Infine, la prima immagine postata da Lorenzo Jovanotti, dopo un lungo periodo di silenzio seguito alla morte sul cantiere del suo concerto a Trieste del giovane Francesco Pinna, è il sole che sorge, che si intravede dietro a una tenda. Uno sguardo, inevitabile, al futuro.

Fonte: ANNA LUPINI per    http://www.kataweb.it/tvzap

 

Regalate Arte? Correre da Spazioinmostra, a Milano. Preziosi “souvenir” del ‘900. Una mostra di grande successo può ispirare preziosi pensieri…

Jimi. Su legno.

La dedica..." ti amo con tutta la mia Arte..."

Il “pensiero” del novecento e i suoi uomini straordinari: è questo il tema di ‘900, la personale che la Galleria http://www.spazioinmostra.it/ di Milano dedica all’artista romano Cristiano Cascelli a partire dal 2 dicembre prossimo.

Il ‘900 di Cascelli è ritratto, ricordo, icona, particolare, flash back ma anche flash forward, di coloro che di quel secolo ne hanno fatto la storia, la vicissitudine e, appunto, il “pensiero universale”. Una chiave interpretativa, dunque, di un intero periodo centenario attraverso 21 opere; ritratti che fanno pensare a improvvisi scatti d’autore, a “flash” fotografici che ne colgono gli aspetti peculiari. Le opere, realizzate su legno o su tela, mescolano medium diversi: pittura, fotografia e scenografia, avvalendosi di un “arcaico” ma allo stesso tempo modernissimo sistema che ricorda il “3d”. Il ritratto, infatti, “vive” separato dallo sfondo (pur facendone parte integrale) celebrando così l’icona e “cristallizzando” l’Opera. Picasso e Freud, Einstein e Fellini, De Chirico e Pollock, riuniti casualmente ma anche “scientificamente” da Cascelli, diventano citazioni nelle citazioni; nei suoi ritratti l’immagine è “puro” ‘900 ma anche sottolineatura di un mondo artistico e creativo che va al di là dell’opera e che a quei personaggi immediatamente si ricollega. “Link” che con questi personaggi sembra scorrere facilmente ma che al tempo stesso accende dei ‘click’ laterali e delle associazioni innovative per chi guarda; si rimane colpiti e meditativi davanti a quei volti ormai entrati nella memoria collettiva ma che, sotto questa nuova ottica, ci appaiono nuovi e ‘illuminati’ dal “pop” che traspirano.

Cristiano Cascelli nasce a Roma nel 1967. Nomade -per svariati anni- tra arte, design e scenografia concentra le sue sperimentazioni su materiali quali il legno, le sete, la carta e la tela. Dopo gli studi artistici si dedica alla fotografia e alla creazione di diverse forme che si dilatano tra l’artistico e l’artigianale e che lo portano in giro per l’Italia e l’Europa alla realizzazione di numerose scenografie per spettacoli teatrali come pure all’ideazione di immagini di grafica integrata. La lunga parentesi londinese gli permette di affacciarsi all’arte con una serie di mostre collettive che gli fanno assaporare la diversità della pittura. A metà degli anni ’90 rientra a Roma e partecipa a diversi progetti espositivi tra cui il recente “Omaggio a De Chirico”, importante collettiva itinerante tra Miami, New York e Los Angeles . Vive e lavora a Roma.

Fonte: http://www.artapartofculture.net

Idee regalo Tiscali: T-shirt Geek ( continuano le proposte “newsfromtshirts” per Natale…)

Nessuna intenzione di aggiustare il tuo computer...

Le magliette sono da sempre uno dei regali più indicati per ogni occasione, perché uniscono l’utilità con l’originalità, e molto spesso anche il risparmio. Per questo la redazione di Tiscali oggi vi consiglia una serie di magliette acquistabili oltremanica, sul sito Play.com, con spese di spedizione incluse.

Il tema dominante delle magliette è ovviamente la tecnologia, e ne abbiamo scelte tre fra le moltissime presenti sul sito: faranno felici ogni Geek che si rispetti.

La prima è una maglietta nera di cotone con la scritta “I will fix not your computer”, ovvero “non aggiusterò il tuo computer”: il regalo ideale per i nostri amici esperti d’informatica che sono tormentati da amici e conoscenti in cerca di aiuto quando il loro computer ha dei problemi. 11,49 Euro, per tutte le taglie (da S a XXL).

Link per l’acquisto: http://www.play.com/Clothing/T-Shirts/4-/6433550/No-I-Will-Not-Fix-Your-Computer-Men

Su questa pagina è presente anche la felpa con la stessa scritta, al prezzo di 25,49 Euro.

Altrimenti, potete puntare sulla maglietta che ironizza sul sistema operativo Windows, con una scritta che esprime un concetto caro a chi ha usato il sistema operativo Microsoft negli ultimi 10 anni: “If all else fails, CTRL+ALT+DELETE”, ovvero “la soluzione estrema è CTRL+ALT+CANC”. Qui trovate il link, e la maglietta costa solo 13,99 Euro.

Infine, vi segnaliamo la maglietta di Bender, amatissimo personaggio della serie Futurama, al prezzo di 16,99 Euro, a questo link.

www.hobbymedia.it

Maglietta Robot...

Fonte: http://tecnologia.tiscali.it

Natale si avvicina…nuove proposte di newsfromtshirts per le vostre magliette…

Teschi, cuori..magliette, t-shirts. Regalate magliette a Natale. Vi faranno ricordare per quattro stagioni almeno…

Questo slideshow richiede JavaScript.

Oppure, se avete 15 milioni di US $ , regalate il cuore di Jeff Koons !

15 giorni a Natale…

e allora una poesia in tema con questo ” t-shirt show” :

Bartolo Cattafi
TIMONIERE

Quindi andai da lui e gli dissi
Ti prego accosta a dritta
è quello l’arcipelago del cuore.
Mi guardò e sorrise,
mi diede un colpo sulla spalla,
invertì come un fulmine la rotta
e fuggimmo agli antipodi dell’isole
mettendo nelle vele molto vento.
Aveva al timone mani salde,
occhi acuti per tutto,
isole, scogli, cuori.
Comunque ero caduto in tentazione.
Era questo lo scopo delle isole.

( a cura di newsfromtshirts).

Si avvicina Natale. Ecco una gallery di magliette adatte alle festività…

Questo slideshow richiede JavaScript.

prima serie…torneremo con altri soggetti. E’ in corso una ricerca “worldwide”…

Per finire…

Per chi può, altrimenti, il teschio di Damien Hirst: 18,8 milioni di US $.

( Esclusiva di newsfromtshirts).

Promoter-story: quella sua maglietta strana…

E che fate se incontrate una maglietta del genere...?

Natale si avvicina e nei negozi riappaiono numerosi i promoter, “finti” commessi con lo scopo di promuovere questo o quel marchio. La maglietta li tradisce, ma alla fine gli vogliamo bene.

A Natale vengono “scongelati” e spediti nei negozi decine di migliaia di “promoter”: sono quei “finti” addetti vendita ingaggiati dai produttori con la missione unica di spingere un tal marchio o prodotto. Il cliente esperto li riconosce al volo: ti cercano invece di farsi cercare; vestono una maglietta con il marchio promozionato, diversa da quella dei commessi “veri”; il più delle volte si affiggono al petto un badge artigianale che dovrebbe conferire loro autorevolezza.

Alle mille domande dell’acquirente rispondono spesso per schemi precostituiti, spingendo contro ogni evidenza l’acquisto del loro prodotto; e se non lo fanno, beh… sono considerati dei pessimi promoter, tanto più che non è difficile misurare la loro resa. Ascoltare le risposte “interessate” che vengono date ad ignare vecchiette e arzilli pensionati alcune volte fa venire i brividi.

Ma alla fine gli vogliamo bene: il promoter è solo l’ultimo pusher in un traffico guidato dai Signori del marketing della fuffa; un po’ come per gli operatori dei call center, solo che il promoter ci mette anche la faccia, gli altri no. Da cliente non mi faccio consigliare dai promoter, li evito; ma sentire ancora oggi commessi “ufficiali” indicare con sicumera non un prodotto ma un marchio come il migliore (come se ogni marchio non avesse prodotti buoni e prodotti deboli) rivaluta i più trasparenti e un po’ patetici promoter.

Abbiamo generalizzato; ma la morale è sempre quella: solo la buona informazione rende liberi i consumatori. Altrimenti fidarsi è come sfidare la sorte.

Fonte: http://www.dday.it

Regali di Natale: le t-shirt Pretty Face

E’ arrivata “Pretty Face”!
Una mini collezione di t-shirts preview della Primavera Estate 2011, disponibile dal 20 di Novembre nel negozio monomarca di Bologna in via De’ Toschi 2/B ed a partire da Dicembre in tutte le migliori boutiques in cui è presente il marchio Liviana Conti.

La femminilità discreta e sempre ricercata di Liviana Conti viene rappresentata da un volto stilizzato, con due ciglia in prezioso chiffon di seta e labbra in raso.

Tutto nasce da un’intuizione di Liviana, che in occasione dell’apertura della sua prima boutique monomarca cerca un’idea capace di personalizzare ogni dettaglio con ironia. Così il volto stilizzato diventa un simbolo dell’immagine di Liviana Conti, oggi celebrato con la mini collezione “Pretty Face”.

Ogni t-shirt è realizzata in jersey di cotone, dai volumi morbidi, tagliato a vivo ed impreziosito da un filo di perle con finiture in argento che le rende uniche. La palette colori spazia dai classici bianco e nero ai toni del blu, lavanda ed avocado.

Le t-shirts della mini collezione “Pretty Face” sono perfette anche come idea regalo.
Piacciono a tutte perché sono comode e facili da abbinare. Se in più hanno un tocco glam il gioco e fatto!
In più le “Pretty Face” sono vendute in una simpatica shopper di tela che riprende il tema della faccina.

…e visto che il Natale è oramai alle porte, meglio iniziare a pensare che cosa mettere sotto l’albero…

 

www.livianaconti.com

 

Questo slideshow richiede JavaScript.


 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: