Posts Tagged ‘ Minzolini ’

Ultim’ora…. Tg4, Minzo ha Fede…Il Cav pare pronto ad arruolare l’ex direttorissimo in Mediaset.

A parte che Rete 4 era già da suicidio, ora con Minzolini sguinzagliato?

 
 

Continua il tira e molla sulle dimissioni di Emilio Fede dal vertice di Tg4. Più volte annunciate, ma mai confermate. Ora però i tempi sembrano maturi. E tra i papabili successori del fido Emilio entra in pole position nientepopodimenoche Augusto Minzolini. Berlusconi pare aver gettato una scialuppa di salvataggio all’ex direttorissimo del Tg1. Del Biscione, però, non si butta via niente. Al direttore 80enne potrebbe andare, secondo indiscrezioni, la conduzione di un approfondimento settimanale.

Fonte: http://www.lettera43.it

Solidarietà del Tg5 a Minzolini. (Fantastico Dekoder di Dipollina)

Non ci rimane che ucciderla, la televisione!

 
Luigi Abete ospite di Lilli Gruber vuole fare professione di ottimismo e spiegare che è meglio vedere il bicchiere mezzo pieno piuttosto che mezzo vuoto. E dicendolo afferra un bicchiere che ha davanti e lo ostenta alla telecamera. Purtroppo il bicchiere è orribilmente vuoto. La Gruber glielo fa notare. E lui: “E lo so, è perché ho appena bevuto”. Grandi metafore, forse involontarie.

                                                                   ***

Prima puntata del talk show di Sky “Rapporto Carelli”. Ospite Di Pietro. Carelli legge continuamente messaggi “dagli internauti”. Uno dice: “E’ ora che Di Pietro se ne vada e lasci la guida dell’IDV a Massimo Donadi”. Ci sono pesanti sospetti sull’identità, rimasta anonima, dell’internauta in questione.

                                                                 ***

Carelli:
“Onorevole Di Pietro, lei è mai stato a Oxford a tenere una lezione?”
Di Pietro: “No, guardi, io ho il senso dei miei limiti”
(Rapporto Carelli, Sky)

                                                                 ***

A tarda sera e in chiusura di puntata sfuriata di Morgan a “X-Factor”. Spiega che lui non ci sta e che non è giusto, e che quando il programma era in Rai “era tutto finto” e che adesso vorrebbe di più etc etc. Tutto vero. O qualcosa del genere.

                                                                 ***

Visto lo stato di tensione con la Germania furoreggia a Blob la celebre scena di Totò impegnato a spiegare l’uso della carta bianca all’ufficiale nazista.
                                                                     
                                                                 ***

“Berlusconi torna al Milan? Io dico ai giocatori del Milan: tenetevi Galliani che è meglio”
(Don Andrea Gallo, G’Day, La7)

                                                                    ***

Solidarietà è stata espressa dal Tg5 ad Augusto Minzolini per gli attacchi a cui è sottoposto. E’ appena ovvio, quando gli ricapita uno così?

                                                                     ***

Irrefrenabile Gianluigi Paragone nei mini-show di cui è protagonista in apertura di “L’Ultima Parola” su Raidue. L’ultima volta con chitarra e pianista accompagnatore. Addirittura nell’esecuzione di “Chi ruba nei supermercati” di Francesco De Gregori. E fatta a dovere. Quasi emozionante. Non ci si crede.

                                                                       ***

A questo proposito. Brunetta da Santoro va anche oltre e cita Brecht con convinzione sul fondare e sfondare una banca. Cosa non si farebbe di questi tempi.

                                                                          ***

“Chiude per bassi ascolti “Mi manda Raitre”. Protesta il conduttore Edoardo Camurri: “E’ un’ingiustizia, mi rivolgerò a Mi Manda Raitre”
(G’Day, La7)
                                                                            ***

“Non sono fidanzato con un concorrente di “Masterchef”. Succede solo che guardo la trasmissione con alcuni amici e scommettiamo su chi vince. Chi di noi perde deve stare per un minuto con una palata di ghiaccio nelle mutande”.
(Tiziano Ferro)
                                                               ***

“Non è una reggia, ma almeno non pago l’affitto. Pensa che non ci pago nemmeno l’Ici”
(Rodolfo Laganà mostrando la roulotte dove abita nella fiction-verità “Sarò sempre tuo padre”).

                                                                 ***

Soccorritore: “Devo confermare che abbiamo ritrovato un disperso”
Miriam Leone: “Come sta?”
Soccorritore: “Come sto io?”
(UnoMattina, Raiuno).

                                                                    ***

Crozza-Marzullo a Nichi Vendola: “Lei è il politico con più amici su Facebook. E’ contento di piacere a così tanta gente che non ha un cazzo da fare dalla mattina alla sera?”
(Italialand, La7. Vendola peraltro risponde a lungo, spiegando come il perdere tempo vada considerato un valore da recuperare).

                                                                         ***                        

Sempre più difficile trovare spunti consolatori in vista dell’imminente pagamento del canone Rai. Ma proviamo questa. Isoradio, un programma di due ore che si chiama “Pomeriggio Ore 6”. L’orario è intuibile. Chicche vintage, spesso di gran classe. Toni da radio dei bei tempi. E per ascoltarla non è obbligatorio guidare contemporaneamente.

                                                                  ***

“Berlusconi: durante il processo stavo per addormentarmi. Ghedini terrorizzato in quanto l’ex premier ha l’abitudine di parlare nel sonno”.
(G’Day, La7)
                                                                        ***

“Arrivano tre nuovi concorrenti al “Grande Fratello”. Uno è di Avetrana. Si prevedono Scazzi?”
(Barbara D’Urso, Pomeriggio 5).

 
Fonte:Antonio Dipollina “Dekoder” per  http://www.repubblica.it

Berlusconi rischia l’accompagnamento coatto. Ma il Tg1 non dà la notizia…

 
 
 
 
 

Strano, silvio è sempre stato a favore del ...coatto...

Questa mattina la Digos ha notificato ad Arcore un atto di citazione per il Presidente del Consiglio. Berlusconi è invitato a comunicare, entro domani, la data in cui intende deporre di fronte ai magistrati napoletani come testimone del caso Tarantini, in cui risulta essere parte lesa. Un invito che se disatteso potrebbe portare anche all’ipotesi di “accompagnamento coatto”.  Ma la notizia non compare nel Tg1 delle 13:30 del direttorissimo Augusto Minzolini.

La maglietta del giorno per Silvio

WikiFreaks. ( Un intelligente articolo su quello che accade oggi …)

(…) in una sorta di manifesto satirico (…)

Sembra facile dire: ” fanculo al gossip…” ….sembra…

Le procaci biondine del colonnello Gheddafi, l’imperatore senza vestiti Sarkozy e le feste selvagge del premier Berlusconi sospettato di essere compare dell’uomo alfa Putin, zar della nuova Russia mafiosa. Le rivelazioni di Wikileaks navigano in rete e rimbalzano sui mezzi di comunicazione di tutto il mondo. A prima vista sembra di leggere una rassegna(zione) stampa, con notizie più o meno già note, messe insieme in una sorta di manifesto satirico.

L’edizione speciale del settimanale tedesco Der Spiegel, per esempio, raccoglie le faccine dei capi di stato  o governo di mezzo mondo, e le correda di didascalie degne della locandina di un vecchio varietà. L’immagine più immediata è però quella del cult cinematografico del 1932, Freaks, il film che terrorizzò l’Inghilterra dove la visione fu vietata per trent’anni. La deformità fisica lascia il trono a quella morale e il ciclone wiki narra, in questo caso, le vicende di un gruppo di politicanti che cercano tra amori e intrallazzi di nascondere dietro la normalità la loro vera mostruosità.

Mostruoso è pensare agli affari che si celano dietro l’annosa questione orientale e al pericolo incombente di catastrofici conflitti nucleari, così come è poco rassicurante fare due più due sommando l’amicizia del premier italiano al profilo di Putin imperatore di uno stato mafioso. Unica illusione è pensare che, in fondo, si tratta solo di una rappresentazione: come gli Stati Uniti vedono il mondo attraverso i rapporti segreti del loro Dipartimento di Stato.

Qualcosa di completamente diverso dal tg1 guidato da Minzolini.

Ecco la lista completa degli attori interpreti del Freaks contemporaneo che nella versione italiana, sotto l’abile regia del satiro Max Rizzi, prenderà il nome di Diplomazzate.

Fonte: Francesco Menichella per http://peccatore.menstyle.it

 

“Minzolini o non Minzolini? Questo è il problema..”

" credo a ciò che dice la MIA televisione...!"

Rispolveriamo un classico del grande Shakespeare per introdurre un dilemma che attanaglia l’opinione pubblica di tutto il mondo: credere o non credere alle voci che escono dalla nostra amatissima scatola nera chiamata tv?

In realtà, più che preoccupare le masse di tutto il mondo, questo è un problema che assume rilevanza maggiore soprattutto in Italia, il nostro bel paese tanto caro a direttori e politicanti sempre molto titubanti a lasciare le loro comodissime poltrone.

E’ il caso di Minzolini, un direttore di tg che non ha paura (o remore?) a mostrare apertamente le proprie idee ed ha una visione di tg che si discosta da quella della sopracitata opinione pubblica, la quale ha elaborato una serie di iniziative per esprimere il loro dissenso.

Una di queste è certamente il Wakka Wakka contro Minzolini.

Rifacimento del noto tormentone estivo di Shakira lo abbiamo preso da Youtube per mostrarvelo e, perchè no, riderci un po su, sperando che a ridere saremmo rimasti solo noi e qualcuno ai piani alti stia già pensando a un modo per accontentare chi, attenzione attenzione, dovrebbe essere il capo giudice supremo delle posizioni di potere ricoperte all’interno delle nostre tv: gli spettatori.

Buona visione!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: