Posts Tagged ‘ gandhi ’

#Gandhi era gay? In mostra le lettere tra il #Mahatma e il #bodybuilder Kallenbach.

gay

Ascetico o gay?

Gandhi era omosessuale? Le famose lettere, tra le cui righe sarebbe scritta la sua relazione con l’architetto e bodybuilder tedesco Hermann Kallenbach, sono ora esposte all’Archivio nazionale indiano di New Delhi in occasione del 65esimo anniversario della sua morte.

In quelle lettere ci sono tutti i dettagli di una grande amicizia, stretta durante una convivenza di due anni in Sudafrica e durata anche dopo la separazione. Tuttavia, gli studiosi alla ricerca di prove definìtive circa la reale entità del rapporto tra i due uomini, da anni oggetto di speculazioni, sono rimasti delusi.

Quando l’archivio di lettere e fotografie appartenenti a Kallenbach fu acquistato dal governo indiano lo scorso anno, poco prima che Sotheby’s lo mettesse all’asta, numerose indiscrezioni fecero montare lo scoop. Ma i curatori della mostra hanno ammesso solo un campione della corrispondenza in esposizione al museo.

“Gandhi doveva molto a molti dei suoi amici sudafricani, e Kallenbach era uno di loro, un amico molto caro, un vero alleato, avevano una relazione molto stretta” ha spiegato il direttore degli Archivi. Una corrispondenza intensa la loro, che ha indotto qualcuno a supporre che tra i due ci fosse qualcosa di più di un rapporto intellettuale: in una delle lettere Gandhi si rivolge all’amico scrivendo “mio caro” e si firma “sinceramente tuo“.

induismo

Il giovane Gandhi

“Questo tipo di cose affascinano gli Occidentali, ma in queste lettere non abbiamo trovato espressioni controverse e nessuna relazione controversa. Sono solo lettere che riflettono il loro stretto legame lavorativo” chiarisce una studiosa.

Le lettere, insieme ad altri documenti e foto, sono state acquistate dall’India per un milione di dollari, qualche giorno prima che la casa d’aste londinese Sotheby’s le mettesse in vendita. L’India in passato si è schierata contro le aste di oggetti appartenuti a Gandhi perché insulterebbero la memoria dell’icona dell’indipendenza dell’India che trascorse la sua intera vita rifiutando le ricchezze materiali.

t-shirt: www.magliettefresche.it

Fonte: http://www.blitzquotidiano.it

Gandhi contemporaneo. Mahesh Chaturvedi emula il suo Maestro.

Uno degli insegnamenti del Mahatma

Uno degli insegnamenti del Mahatma

Vestito come Gandhi, e non senza una certa somiglianza di aspetto, quest’uomo proclama che l’anima stessa del Mahatma (che in sanscrito significa “grande anima”) viva in lui. Mahesh Chaturvedi, di 63 anni, sostiene che la sua ragione di vita è quella di continuare l’opera dell’uomo conosciuto da gran parde degli indiani come il “Padre della Patria”, viaggiando molto, partecipando a cortei di protesta e manifestazioni e portando gli insegnamenti di Gandhi a più gente possibile. Tutto questo dal 2002. Prima di allora la sua vita era diversa: lavorava per un settimanale, aveva una famiglia e uno stile di vita agiato. Ma da quando ha preso coscienza di essere una reincarnazione del Mahatma Gandhi e di avere una missione da compiere, ha abbandonato tutto per condurre una vita solitaria, semplice e povera.
E mentre la sua somiglianza con l’uomo che ha contribuito a determinare indipendenza dell’India dal dominio britannico gli porta molti inviti a iniziative e manifestazioni pubbliche, per i milioni di poveri dell’India, che spesso adorano contemporaneamente innumerevoli divinità, questo Gandhi contemporaneo che vive e respira con e come loro inizia a suscitare interesse e ammirazione.

T-shirt: www.magliettefresche.it

Fonte: Rebecca Mantovani per http://www.focus.it/

Anish Kapoor, sono uno che non ha niente da dire…però: e’ Gandhi il piu’ grande artista della storia.

Occhio per occhio rende il mondo cieco...

Occhio per occhio rende il mondo cieco…

 

Anish Kapoor, definito da molti il piu’ grande artista vivente, non accetta questo ruolo. E in un’intervista a ‘la Repubblica’ afferma: “Non lo sono certamente. Ci sono tanti grandi colleghi. Lo ripeto: sono uno che non ha niente da dire. Avere qualcosa da dire e’ un peso enorme. Io voglio lavorare leggero: essere un idiota e vedere cosa viene fuori. Voglio mantenere una mente da principiante”.

L’artista in questi giorni, per solidarieta’ con l’amico dissidente Ai Weiwei, ha indossato i panni di ballerino in una versione molto particolare di ‘Gangnam Style’, che mima il celebre video del rapper coreano Spy. “Avevo sostenuto Ai Weiwei -afferma Kapoor- in piu’ di un’occasione. Cosi’ quando ho visto il video, cosi’ ironico, che lui stesso aveva realizzato, sempre sulle note di ‘Gangnam’, ho deciso di farne una mia versione, coinvolgendo quanta piu’ gente possibile”. Si tratta di una battaglia per la liberta’ di espressione in Cina, afferma l’artista, sostenendo che “il sistema cinese e’ diventato ricco perche’ corrotto”.

E in questo senso, per la sua battagli artistica, Kapoor cita il Mahatma Gandhi, “che fu capace di cambiare cosi’ profondamente se stesso da trasformarsi nell’atto pollitico in cui credeva. A partire dai vestiti che indossava, il cibo che mangiava, la sua sessualita’. A ogni azione un significato mitologico. Ogni parte di se’ un’opera. Ecco: e’ lui il piu’ grande artista della storia”, conclude.

t-shirt: http://www.magliettefresche.it

Fonte: adnkronos

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: