Posts Tagged ‘ fiorello ’

#FreeFiorello, il comico scompare da twitter.

Quando non c'erano trasmissioni andava "in onda" il monoscopio. Sul "Twitter" di Fiorello c'è il monoscopio...

Twitter è un fiorire di cinguettii dubbiosi e un po’ preoccupati: «Che fine ha fatto Fiorello?». Il conduttore e comico radio-televisivo aveva costruito il successo del suo ultimo show «Il più grande spettacolo dopo il week-end» (anche) grazie a twitter. Il profilo @sarofiorello aveva raggiunto quasi 600mila follower, tempestando l’etere di tweet, foto e videorubriche, come l’appuntamento ormai rituale dall’edicola sottocasa per la lettura dei giornali. Eppure da tre settimane di Fiorello su twitter non si hanno notizie. Da giovedì sera sulla sua pagina personale campeggia una fredda schermata: «Spiacenti, questa pagina non esiste».

 

L’ULTIMO TWEET – Pare che l’ultima sortita di @Sarofiorello risalga allo scorso 3 marzo. Si era appena diffusa la notizia della liberazione di Rossella Urru. E lui ha twittato: «È proprio il caso di dire «È il caso di dire hip hip urruuuuuu». Ci furono polemiche (come del resto spesso accade sui socialnetwork) perché poi la notizia della liberazione si rivelò infondata. E  Fiorello fu anche accusato di non aver dedicato altrettanto impegno per gli altri ostaggi italiani nel mondo. Da allora silenzio e poi disattivazione del profilo. In rete l’hashtag #freefiorello ha raggiunto rapidamente la testa della top-trend nazionale. Con una serie di commenti, anche maligni: «L’ha usato per lanciare il suo programma. Twitter adesso non gli serve più».

I SOSPETTI – Tra le migliaia di utenti Twitter che si interrogano sulla sorte di #freefiorello, qualcuno avanza il sospetto che lo showman abbia intenzione di dare una mano all’amico Claudio Cecchetto, alle prese con un nuovo social network. Su Faceskin (questo il nome dell’ultima creatura del padre di Radio Deejay) Rosario Fiorello ha già un profilo. Ma l’ufficio stampa fa sapere che non si tratta della nuova casa «social» di Fiorello.

Fonte: Corriere.it

nota di newsfromtshirts: la nostra personalissima idea sulla “scomparsa” di Fiorello da Twitter?

1) l’ha scoperto tardi, ci si è divertito, ha costruito con Twitter  (in parte) il successo della sua ultima trasmissione

2) tra uno spettacolo e l’altro Fiorello si annoia. E può essere preda di “droghe rabbiose” per combattere la tipica noia dello showman a riposo. Twitter si è presentato a lui come “droga”, dalla mattina alla sera, con i followers montanti e, soprattutto, pressanti.

3) incidenti di percorso…a un certo punto Fiorello vuole fare una festa per il mezzo milione di followers e lì si scatena il putiferio. Ingestibile. Idem per la scarcerazione della Urru. Insomma la vita sotto la lente di ingrandimento.

4) Fiorello ha una moglie, una figlia, una famiglia. Twitter contrasta con tutto questo se vissuto come una mania…

Ecco dunque il progressivo distacco fino alla cancellazione del profilo. Disintossicazione pura. Ciao Fiorello, alla prossima trovata, alla prossima “droga”.

(M.M.)

 

Annunci

Benzina, politica e canone Rai: le spese più odiate dagli italiani.

Il 20% degli interpellati non ha alcuna voglia di spendere i propri soldi (canone) in un servizio che, nonostante le promesse di miglioramento, rimane piuttosto scarso. Fiorello con quel monoscopio "addosso" non puoi essere il..."più amato dagli italiani..." !

 
Si dice che i soldi non facciano la felicità. Eppure ora come ora, visto il periodo di profonda crisi con cui ci troviamo a fare i conti, molti italiani sarebbero forse più felici se quei soldi potessero tenerli al sicuro nei loro portafogli. SuperMoney – portale leader in Italia per la comparazione di prodotti assicurativi e bancari e di tariffe di telefonia ed energia – ha svolto un sondaggio su un campione di circa 1.000 utenti e ha scoperto quali sono le spese che meno piacciono agli italiani.

Il prezzo della benzina, che ha ormai raggiunto livelli allarmanti, occupa il primo posto tra i costi più detestati con circa il 40% dei voti. Gli automobilisti che proprio non possono rinunciare all’utilizzo della quattro ruote non sopportano che il prezzo del carburante abbia sfiorato i due euro al litro. A seguire troviamo gli stipendi dei politici, considerati opportunisti e dotati di poca coerenza nelle loro decisioni: il 25% circa degli utenti che hanno risposto al sondaggio non sopporta di dover pagare “lo stipendio dei politici voltagabbana”.

Medaglia di bronzo spetta invece al canone Rai: SuperMoney registra il malcontento degli italiani anche nel settore della comunicazione pubblica. Il 20% degli interpellati non ha alcuna voglia di spendere i propri soldi in un servizio che, nonostante le promesse di miglioramento, rimane piuttosto scarso. Il restante 15% ha optato per risposte alternative, tra le quali spicca quella relativa alle “tasse ingiuste”, che troppo gravano sulle tasche degli italiani.

Questa settimana è atteso il via libera al decreto sulle liberalizzazioni e SuperMoney continua ad indagare tra i pareri degli italiani. Un nuovo sondaggio, disponibile sulla fan page di SuperMoney su Facebook chiede: “Siamo tutti contro i privilegi. E tu, chi butteresti dalla torre?”. Ovviamente tra le opzioni di risposta sono presenti le categorie travolte dalla bufera delle liberalizzazioni, taxisti, notai e farmacisti, ma chi vuole può aggiungere la categoria che vorrebbe “buttare dalla torre”. Gli italiani sono liberi di sfogarsi.
 

Ricercati in Rete: Mario Monti supera Belén .

Super Mario (Monti) non lo ferma più nessuno...

 

Il premier Monti batte Belén (almeno in Rete). E’ stato infatti il presidente del consiglio il personaggio più ricercato in Italia su Google nel mese di dicembre.
Lo rivela un’indagine condotta da Web Profile Project.
Il premier si è classificato primo con uno «share» del 19,4%; a seguire la showgirl argentina Belén Rodriguez, finora regina incontrastata della Rete, con il 14,4%.
Al terzo posto il cantante Lorenzo Cherubini Jovanotti (7,8%), la cui ricerca ha toccato purtroppo l’apice nel giorno in cui a Trieste ha perso la vita un operaio nel crollo del palco.
L’unico rappresentante della politica tra i primi dieci oltre a Monti è Beppe Grillo (8°), mentre gli altri sono tutte personalità dello spettacolo: Laura Pausini, Fiorello, Madonna.

Fonte: agenzie varie

“Mi retwitti”? Quando il fan molesta Fiorello, Signorini & Co.” (Qui si parla del nostro condominio).

La maglietta del retweettatore o piuttosto dell'imploratore?

 
E’ l’ultima moda in voga sul social network di moda: si diventa “amici” di un Vip “seguendolo” su Twitter e diventando suo “follower”. Gli si scrive e – al 99,9% periodico – non si ottiene risposta. E a questo punto scatta la supplica: “Mi retwitti”?

Spieghiamo: un “retweet” (o “RT”) è la ripubblicazione (o condivisione), sulla nostra “bacheca Twitter”, di una frase (“tweet”) scritta da un’altra persona. Più un utente viene “retwittato”, più diventa popolare e credibile nel suo network. Il “retweet” si effettua semplicemente con un pulsante sulla Home Page di Twitter. In pratica, se si scrive una frase su Twitter e diverse persone la ripubblicano, vuol dire che l’indice di gradimento su quanto è stato scritto è alto. Vuol dire, insomma, che abbiamo scritto una cosa non necessariamente intelligente, ma che piace.

In Italia questa pratica è stata stravolta in modo compulsivo dalle centinaia di migliaia di persone che sono recentemente sbarcate sul social network dell’anno e che sembrano aver capito poco della filosofia di Twitter: diventano “follower” di un Vip e poi gli chiedono, pubblicamente, di essere retwittati. Senza capire che se si scrive a un Vip chiedendogli di essere citati senza aver detto e fatto nulla, se non la richiesta stessa del retweet, si diventa invadenti e soprattutto ci si rende ridicoli. La richiesta, che è sempre ossessiva, ricorda quella dell’autografo, con la differenza che un tempo si poteva barare, e inventare di essere amici del Vip. Con il retweet, invece, non si sfugge, la supplica è ridicolmente pubblica Altro effetto collaterale: chiunque abbia scelto di seguire un Vip su Twitter si trova obtorto collo a leggere non le frasi del Vip, ma le richieste di retweet che gli scocciatori inviano al Vip e che questo, “per non passare da str…” come spiega Fiorello, si sente obbligato ad assecondare.

Per settimane, con la scusa del Natale, del Capodanno e degli auguri al Vip di riferimento, la timeline del popolare social network è stata intasata ed invasa dai maniaci del retweet. Ma qualcuno comincia a mostrare insofferenza, come Fiorello, oltre 360.000 “follower”, che stamattina ha scritto: “Regola numero uno di Twitter : il retweet si fa solo se si twittano cose interessanti o utili alla collettività. No richieste!”. “Non capisco – ha scritto #ilpiùpopolareshowmandopoilweekend – Rt Rt Rt… Ogni tanto li faccio …. Ma che senso ha?? Senza un motivo?… Boohhh… e se non li fai sei… str…”. Inevitabile l’ironia di un’altra “collega” Vip, Federica Panicucci, che poco dopo ha risposto: “Dai ti prego retweetta anche meee!!!! Non so perchè ma lo chiedono tutti!!!!”.

Pochi minuti dopo questo simpatico scambio di battute, sulla timeline si è scatenata una sequenza di retweet ad opera di Alfonso Signorini, registrato da poco su Twitter per promuovere la sua Kalispera e anche lui preso di mira dagli oltre 100.000 fan e follower. Molti pretendono di essere retwittati e lo assillano con le richieste più assurde:

Caro Twitter, se mi consigli ancora di seguire Alfonso Signorini giuro che compro una scatola di cerotti. Mi retweetti please?

Che giornata orribile oggi. Un RT da Alfonso Signorini la renderebbe migliore (eh sì, cominciare la giornata con il retweet di Signorini è un’altra cosa! ndr)

Mi fai fare un retwitt da Vespa almeno????

Chissà dove trovano la voglia, questi Vip, di passare il proprio tempo a twittare con migliaia di fan che vogliono solo fare (finta) bella figura con gli amici al bar: ci vorrebbe una doppia vita per accontentare tutte le sconclusionate richieste dei follower!

Un altro Twitter-addicted è Dj Francesco, al secolo Francesco Facchinetti, compagno di Alessia Marcuzzi e figlio di Roby Facchinetti dei Pooh, che annovera ben 136.000 follower. Anche lui spesso è preso di mira da assurde ed incredibili richieste di retweet (“Francesco please retweet per aiutare i Lillipuziani nella loro battaglia nel legare Gulliver”). Non solo: avendo instaurato con i propri lettori – che confidenzialmente chiama #laciurma – un rapporto amichevole e per nulla altezzoso, si sente costretto a celebrare ogni venerdì un altro rito compulsivo di Twitter, l’FF.
L’FF, o “Follow Friday”, è un consiglio che si dà ogni venerdì, appunto, ai propri follower. “Ti consiglio di seguire queste persone”, si scrive, aggiungendo i nomi delle persone più interessanti da seguire. Il giorno della Befana, il povero Facchinetti ha scritto: “Devo fare 2300 #FF, voglio spirare adesso!”,

Insomma. Chi è riuscito a districarsi nella selva delle nuove terminologie (RT, FF, ecc) che stanno invadendo la nostra vita quotidiana forse sarà arrivato alla nostra stessa conclusione: dove c’è un fan scatenato, c’è anche un Vip solleticato nel proprio ego. Ribellatevi! In fin dei conti, come diceva Proust, ogni lettore, quando legge, è il lettore di se stesso.

 
Fonte:  Maddalena Loy per  http://www.unita.it      

 
 

Fiorello confessa! Arrestato a Cortina viene chiuso nel suo Cayenne, e lui parla…parla…

Bugie vere ?

 

Natale in casa Fiorello… & Co.

Tra le nostre preferite...

 
 

Natale è già alle spalle. Oggi, nel lunedì festivo che segue i banchetti familiari, affiorano su Twitter le molte immagini di auguri postate dai personaggi celebri, alle prese, come tutti, con le feste in famiglia

 Fiorello, come sempre, si sveglia presto e si porta avanti: la mattina del 26 dicembre ha già postato un proprio ritratto, denunciando una nottataccia a causa del troppo mangiare e programmando una colazione a base di camomilla. Nel corso delle giornate natalizie, del resto, ha fornito una esatta cronistoria degli eventi, dall’arrivo del fratello accolto al grido di “Beeppe Beeeppe Beeeppe” (video) fino al dolce ricoperto di cioccolato. Ma andando alla ricerca delle immagini delle celebrità in festa ce n’è davvero per tutti.

Cibo e affini
Appartengono alla schiera dei postatori di cibo, oltre al già citato Fiorello, Elena Santarelli. La showgirl ha cucinato per tutta la famiglia. Dopo aver postato l’immagine di scampi e gamberi pronti alla cottura ha chiesto consigli su come togliere la puzza dalle mani.
Anche il giornalista Sandro Ruotolo ha offerto uno scorcio sulle proprie feste di Natale: pennette stracchino e pepe a #vicenza. Un bellissimo dolce a forma di casetta è il contributo di Saturnino Celani, bassista di Jovanotti. E siamo alla frutta: mandarini e arachidi tostate sono l’immagine pubblicata da Fabio Volo, che le considera ‘la luce in fondo al tunnel’. Dopo la frutta manca solo un bel bicchierino: ci pensa Elisabetta Canalis, che dopo aver affrontato un avventuroso viaggio da Los Angeles alla Sardegna con i suoi cagnolini, bacia la bottiglia di vino fatta dal suo papà. All’apice del connubio con il cibo gli stilisti Stefano Gabbana e Domenico Dolce, tramutati in due busti romani… di cioccolato.

Travestimenti
Non poteva mancare Babbo Natale. E visto che in casa c’è un bimbo piccolo, il bravo papà Bernardo Corradi si assume l’onere del travestimento. Ci pensa la mamma Elena Santarelli a diffondere la prova. Stessa immagine per Francesco Facchinetti, che si interroga sulla reazione della piccola Mia. Usa il cappellino di Babbo Natale persino la top model Eva Riccobono. Sono natalizie anche le calze di Linus, al lavoro a Radio Deejay con degli improbabili calzini rossi. Quasi quanto il maglione del suo collega di lavoro Nicola Savino.

Tradizione
Albero e presepe: cosa c’è di meglio per inviare al mondo (e ai social network) un pensiero di Natale?
E’ il caso di Simona Ventura, che usa l’immagine della recita natalizia dei bambini per inviare i suoi ringraziamenti. Paola Iezzi, del duo Paola e Chiara, offre lo scorcio di una raffinatissima tavola della vigilia.
Sceglie il presepe il conduttore di X Factor Alessandro Cattelan, che esprime il suo gradimento sui protagonisti: “Il mio personaggio preferito, a parte Jesus, resta sempre il pastore che dorme vicino al pozzo”.
Foto in posa di fronte all’albero per Paris Hilton. Così intenta a risultare flessuosa da rischiare la spina dorsale. Paris offre anche un’immagine della dinastia alberghiera: eccola con il papà e il nonno Hilton.
Albero di Natale in salotto per Gerry Scotti: ed è subito Gerry Christmas. Una pianta spelacchiata con un festone natalizio alla rinfusa è la cinica immagine di Natale immortalata in una portineria milanese da Rudy Zerby, discografico e giudice di talent show televisivi.

Panorami
C’è chi sceglie di pubblicare l’immagine del posto nel quale si trova. E’ il caso di Eva Longoria: da lei l’immagine di un bellissimo tramonto losangelino. All’estremo opposto gli alberi innevati di Roberto Bolle.
Infine, la prima immagine postata da Lorenzo Jovanotti, dopo un lungo periodo di silenzio seguito alla morte sul cantiere del suo concerto a Trieste del giovane Francesco Pinna, è il sole che sorge, che si intravede dietro a una tenda. Uno sguardo, inevitabile, al futuro.

Fonte: ANNA LUPINI per    http://www.kataweb.it/tvzap

 

Anche t-shirt Fiorello all’asta contro l’Aids .

La t-shirt dell'ultimo spettacolo di Fiorello autografata donata dall'artista per un'asta solidale su eBay organizzata dal Trio Medusa per sostenere la campagna Cesvi 'Fermiamo l'Aids sul nascere.

 
All’asta su eBay per appassionati di musica, sport, cinema e cucina oggetti donati dai personaggi più amati: Laura Pausini, Fiorello, Valentino Rossi, Paola Cortellesi, Claudio Bisio, Victoria Cabello, Kobe Briant, Luca Argentero la squadra dell’Inter e molti altri. Il Trio Medusa torna a schierarsi a favore della lotta all’Aids organizzando su eBay un’asta solidale grazie alla quale, tra l’11 e il 18 dicembre, sarà possibile acquistare oggetti donati da personaggi famosi del mondo dello spettacolo, dello sport, del cinema sostenendo così la campagna Cesvi ‘Fermiamo l’Aids sul nasceré.

I 180.000 euro raccolti lo scorso anno grazie al Trio Medusa sono stati destinati dal Cesvi alle donne incinte affette dall’Aids ricoverate presso l’Ospedale Saint Albert’s in Zimbabwe, alle quali è stato garantito il trattamento sanitario prenatale. Anche in questa edizione gli oggetti donati dagli amici del Trio Medusa non mancheranno di attirare i fans più sfegatati: il giubbotto del rally di Monza di Valentino Rossi, la t-shirt dell’ultimo spettacolo di Fiorello autografata, i pantaloni in pelle autografati di Laura Pausini, un paio di scarpe di Victoria Cabello, una maglia di Luca Argentero, la t-shirt di Zelig di Paola Cortellesi, il cofanetto dvd di Zelig di Claudio Bisio , la maglia Deejay autografata da Kobe Bryant, la borsa firmata dall’intera squadra dell’Inter, la maglia del Manchester autografata da Noel Gallagher, una camicia di Pupo e molti altri ancora.

Dalle 7 alle 24 di Domenica 18 dicembre il Trio Medusa concluderà la settimana dedicata all’asta con una maratona radio di 17 ore, insieme a ospiti, amici e gli speaker di Radio Deejay, che interverranno a sostenere l’iniziativa. Inoltre chiameranno a raccolta tutti gli ascoltatori di Dejeay, che dovranno presentarsi in radio vestiti da Beatles. Dal 27 novembre è partita anche la raccolta fondi tramite l’SMS solidale 45509: è possibile donare 2 euro da cellulare personale Tim, Vodafone, Wind, 3, CoopVoce e PosteMobile o chiamando da rete fissa Infostrada e TeleTu, oppure 5/10 euro con chiamata da rete fissa Telecom Italia e Fastweb.

 

Fonte: ansa.it

 

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: