Maglie, tazze, cover: renziani in stile ultras…«Non si ferma il vento con le mani»

Slogan azzeccato perchè si appoggia su qualcosa di esistente.

La battaglia per le primarie passa anche dai gadget. Se per il momento il segretario Pd Pierluigi Bersani e il leader di Sel Nichi Vendola si sono limitati a mettere a disposizione dei «kit» sul web per farsi spille, manifesti, magliette ed altri oggetti in modo autoprodotto con i loro simboli e slogan, loghi e immagini della campagna elettorale per le primarie del centrosinistra, Matteo Renzi ha scelto la via del merchandising, stile comitato elettorale americano, per la raccolta fondi. Alcuni di questi oggetti erano già apparsi nelle mani di Renzi: subito era stata notata la custodia «griffata» per il suo (inseparabile) iPhone.

Ce ne sono di due tipi, ora: quella con lo slogan «Keep calm and rottama», reinterpretazione dei manifesti di propaganda in Gran Bretagna durante la Seconda Guerra mondiale, diventata frase di culto sul web e tradotta (e tradita) in mille modi. E quella con il «claim» standard della campagna di Renzi, «Primarie 2012, Matteo Renzi. Adesso». Costo (per entrambe): 9 euro. Il prodotto più caro è invece il «roll up», lo striscione verticale con supporto fisso che può essere acquistato (ovviamente, dai comitati, ma anche da quei feticisti che se lo vogliono installare in casa) a 70 euro. Lo striscione normale costa invece «solo» 44 euro. Ci sono poi le felpe (25 euro) e le tshirt a maniche lunghe (15 euro). Ma solo fino alla «L»: insomma, chi vorrebbe una taglia comoda, è meglio si metta a correre come ha fatto il «rottamatore» per prepararsi alla maratona, e perda qualche chilo. Entrambe possono essere acquistate — in blu e rosso, i colori anche questi mutuati dalle campagne elettorali Usa, che rappresentano Democratici e Repubblicani — con lo slogan della campagna o la citazione di Seneca «Non si ferma il vento con le mani», diventato il refrain di Renzi dopo l’arrivo di regole più stringenti per le primarie. Poi le biro, i lapis, gli adesivi, le spille. E anche la tazza, sempre con la scritta «Adesso!».

Fonte: Marzio Fatucchi per Corriere.it

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: