Cammino sulle orme del Che. In Sudamerica un percorso turistico tra i luoghi di Guevara.

Per chi ancora non lo conoscesse

 

È stato oggetto di molte canzoni e protagonista di infinite discussioni politiche. Amato da molti, ma pure odiato da tanti, Ernesto Guevara de la Serna non è solo il guerrillero più famoso del XX secolo. È anche un simbolo per tutta l’America Latina. Lo sanno bene i governi dei Paesi con i quali ha legato la sua storia – la natale Argentina, la rivoluzionaria Cuba e la fatale Bolivia – che hanno unito le forze per creare un lungo itinerario turistico sulle orme del Che. IL VERTICE A LA PAZ.Il 28 maggio alcuni delegati del ministero del Turismo di Argentina e Bolivia ne hanno discusso in un vertice a La Paz. E hanno creato una commissione di lavoro per la promozione dell’itinerario che include tutti i luoghi cari a Guevara, oltre ai musei già aperti. La proposta è stata poi presentata a Cuba e il governo dell’Isola ha accettato di partecipare al progetto. L’itinerario potrebbe estendersi dal canyon di Ñancanhuazú in Bolivia a diversi luoghi di Cuba, come la Sierra Maestra e L’Avana, dove il Che trascorse alcuni dei momenti più importanti della sua vita. Padrino dell’iniziativa è stato nientemeno che Juan Martín Guevara, fratello di Ernesto.

Gli itinerari del Che: dall’Argentina alla Bolivia

Il museo del Che La Pastera, nella città di San Martín de los Andes, in Argentina.(© ministero del Turismo argentino.) Il museo del Che La Pastera, nella città di San Martín de los Andes, in Argentina.

In attesa che il progetto internazionale possa essere approvato, Argentina, Cuba e Bolivia hanno già iniziato a lavorare per l’itinerario del Che. A partire dal Paese natale del rivoluzionario dove Guevara ha vissuto fino agli studi in medicina. Fu allora, tra un esame e l’altro, che il Che iniziò a viaggiare per l’America Latina, entrando in contatto con le lotte di liberazione dei popoli sudamericani che segnarono la sua vita.  LOS CAMINOS DELL’ARGENTINA. A Buenos Aires il percorso chiamato Los caminos del Che – un itinerario tra i luoghi legati alla vita di Guevara (guarda la photogallery) – è stato presentato ufficialmente nel 2010 e secondo Diego Conca Lapasset, coordinatore del progetto al ministero del Turismo di Buenos Aires, è già «a buon punto». La passeggiata nel Paese natale del guerrigliero include le città di Alta Gracia (Córdoba), Caraguatay (Misiones), Rosario (Santa Fe) e San Martín de los Andes (Neuquén). E il numero di turisti è in continua crescita. «Non abbiamo ancora numeri esatti, ma sappiamo che al museo La Pastera (all’epoca un rifugio dei lavoratori del parco nazionale della Patagonia dove il Che si fermò più volte, ndr) si superano i 40 mila visitatori l’anno», ha spiegato il coordinatore a Lettera43.it. IL TOUR IN BOLIVIA. Anche la Bolivia ha organizzato un tour simile, La Ruta del Che: 800 chilometri che si snodano attraverso le montagne del Sud Est del Paese, passando attraverso i luoghi dove Guevara e i combattenti dell’esercito della liberazione nazionale lottarono tra il marzo e l’ottobre del 1967. Tra i posti che i viaggiatori possono visitare ci sono Ñancanhuazú, la città dove si svolsero i primi scontri con l’esercito boliviano, ma anche La Higuera, il villaggio dove il Che venne arrestato e fucilato e Vallegrande dove fu esposto il corpo senza vita del rivoluzionario, poi sepolto insieme con altri guerriglieri in una fossa comune. NESSUNA SPECULAZIONE. L’idea dell’itinerario ha però suscitato qualche polemica: c’è chi ha accusato gli Stati sudamericani di voler speculare sulla figura storica del rivoluzionario. «Non vogliamo vendere la sua vita come merce al mercato. Ernesto ha compiuto un cammino di trasformazione in questi Paesi. Crediamo che promuovere il progetto serva alla nostra memoria storica», ha risposto Lapasset.

Fonte: http://www.lettera43.it

Annunci
  1. Reblogged this on News from T-shirts.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: