I #Piraten:«Promuoviamo la democrazia, non siamo soltanto il partito di Internet»

I pirati vanno di moda?

Jan Hemme: «Il Movimento 5 Stelle? Le persone comuni vogliono partecipare alle decisioni che le riguardano»

«Non siamo solo un partito di hacker!». Esordisce così Jan Hemme, portavoce del gruppo di lavoro su Industria e Ambiente del Partito Pirata di Berlino, presente come speaker alla conferenza sullo stato di Internet «State of the Net». Per il Corriere ha rilasciato un’intervista sui temi chiave del partito: trasparenza e antipolitica, libertà in Rete e partecipazione dei cittadini. E alle accuse di estremismo e filo-nazismo mosse al partito replica: «Promuoviamo la democrazia, ognuno può dire cosa vuole. Ma chi nega l’Olocausto è un pazzo o un criminale».

C’è chi vi ha identificato come un «partito di hacker», chi vi ha associato ai «nativi digitali». Che cosa ne pensa? No, non siamo un partito di hacker! (ride) Tra i nostri membri, che ora sono 35.000, ci sono tutti i settori della società, hacker compresi. L’era in cui ci concentravamo solo sulla regolamentazione del Web è finita. Ora non siamo più «il partito di Internet».

Una nuova fase, dunque. Su quali settori vi concentrate adesso? Il nostro programma è molto vasto e trasversale. Riguarda anche il sociale, l’istruzione, le politiche energetiche e i diritti umani. Il partito raccoglie esperti nei vari settori, professori, ingegneri, assistenti sociali, ma le proposte non arrivano soltanto da loro. Tutti devono poter contribuire alla vita politica di un Paese.

Il vostro è un partito di gente comune. Che cosa pensa di iniziative come il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo? Credo sia un partito molto interessante. In Germania ne hanno parlato anche i media. Rappresenta la prova che il fenomeno esiste, che le persone comuni vogliono partecipare alle decisioni che le riguardano, che chiedono trasparenza. E penso che molti «grillini» sarebbero potuti finire nel piccolo Partito Pirata italiano, con cui abbiamo dei contatti anche noi.

Quali sono gli obiettivi principali del Partito Pirata tedesco? Rendere più trasparente la politica e coinvolgere attivamente i cittadini nelle decisioni sulla cosa pubblica. Basiamo davvero le nostre iniziative su quello che ci chiede la gente e per questo abbiamo creato una piattaforma online aperta a tutti, Liquid Feedback. Chiunque può inviare proposte o contribuire a migliorare quelle già esistenti. E anche noi partecipiamo continuamente.

Un processo collaborativo che ricorda quello che sta dietro agli open software. Esatto, il principio è lo stesso.

Avete rappresentanti eletti nei parlamenti di quattro Stati federali. L’anno passato siete riusciti a superare lo sbarramento del 5% e adesso occupate 15 seggi anche a Berlino. Che ambizioni avete per le prossime elezioni nazionali? I sondaggi ci danno un 10% degli elettori ma non dobbiamo adagiarci su queste aspettative. Forse sarò pessimista ma secondo me dobbiamo concentrarci sullo sbarramento del 5%. Questo è l’obiettivo. Abbiamo tempo fino al settembre 2013, quando saremo chiamati a votare.

Il Partito Pirata è stato accusato di essere troppo vicino ai neonazisti e all’estrema destra del NPD, una sorta di Forza Nuova tedesco. Ognuno dei membri può credere in cosa vuole, siamo democratici al 100%. Le accuse di filo-nazismo però sono ridicole: basti notare quanto i diritti umani siano al centro del nostro programma e delle decisioni che prendiamo.

Alcuni «pirati» avrebbero persino negato l’esistenza dell’Olocausto. Si tratta di una vicenda ingigantita dai media, che ha riguardato solo due degli aderenti al partito. Crediamo che tutti abbiano il diritto di esprimere le proprie opinioni ma siamo assolutamente contro la violenza e ogni violazione dei diritti umani. Abbiamo avviato delle indagini interne e uno di questi membri rischia l’espulsione. In una delle ultime assemblee del partito aveva provato a candidarsi per una carica e la sala si è svuotata: è rimasto da solo. In ogni caso, chi nega l’Olocausto è un pazzo o un criminale.

Avete in mente delle coalizioni con altri partiti? Ne stiamo discutendo ma penso che non le faremo. Significherebbe accettare delle decisioni politiche lontane dai cittadini, poco trasparenti, che non condividiamo per niente.

Può fare qualche esempio? Non siamo d’accordo sui sistemi che impediscono l’accesso a Internet, come la stesura di «black list» di siti Web sgraditi, e neanche sulla conservazione dei dati personali da parte di provider o operatori telefonici. Siamo contrati anche ai sistemi pubblici di sorveglianza, sia online che offline, come le telecamere per strada.

La Germania ha un ruolo chiave in Europa. Il vostro programma comprende anche obiettivi economici che vanno oltre il livello nazionale? Non abbiamo pensato a soluzioni per far fronte alla crisi. Non ancora. Ma neanche gli altri partiti tradizionali hanno trovato davvero delle risposte. Se dicono di averle, mentono.

Quali sono le iniziative a cui i governi nazionali dovrebbero pensare subito? Una riforma del copyright che non sia concentrata sugli interessi delle grandi aziende ma su quelli dei singoli cittadini e degli autori dei contenuti. L’eliminazione di condizioni discriminatorie che impediscono il libero accesso a Internet o la trasmissione di dati, per favorire la cosiddetta Net neutrality. E anche misure per ridurre davvero il traffico e l’inquinamento nelle città. In Paesi come l’Estonia sugli autobus si viaggia «ticketless», con biglietti virtuali comprati online. Un sistema facile che ha aumentato il numero di passeggeri. Perché non testarlo anche da noi?

Fonte: Sara Bicchierini per Corriere.it

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: