Gun N’ Roses, vietate al concerto le magliette con l’ex Slash. (E poi dicono che le magliette sono innocue…)

Allo show di Londra alcuni spettatori costretti a togliersi le t-shirt

Provate ad entrare al concerto dei G&R con una t-shirt del genere…

 Una rottura è una rottura. E anche solo l’immagine di chi fu amico può infastidire. Anche se solo stampata su una maglietta. Se poi i protagonisti di questa storia sono Axl Rose, frontman dei Guns N’Roses, e Slash, lo storico ex chitarrista della band, allora diventa quasi una regola. Secondo quanto riportato da Nme, durante lo show a Londra del gruppo rock americano alcuni spettatori sono stati costretti a levarsi le magliette raffiguranti Slash.
James Revell è tra gli sfortunati fan che hanno dovuto sottostare al bizzarro divieto. «Ero molto arrabbiato ma ho cercato di far finta di nulla perché ero con mio fratello più piccolo – è lo sfogo del ragazzo sul sito britannico -. Hanno violato la mia libertà di indossare ciò che voglio. Non è stato facile restare calmi in quella situazione». La fonte di Nme presente all’O2 Arena, sorpresa dall’episodio, è andata a chiedere spiegazioni agli addetti alla sicurezza: «Ci è stato detto dalla direzione di non far entrare nessuno con la maglia di Slash – è stata la risposta del responsabile -. Chiediamo di toglierla e, nel caso l’interessato opponga resistenza, lo allontaniamo dallo stadio. Ci è stato detto di fare così».
Un provvedimento che ha dell’incredibile e che mette in cattiva luce una storica rock band, ultimamente al centro di bizzarre cronache che poco hanno a che vedere con la musica. Due giorni fa, ad esempio, Axl e soci si sono presentati sul palco di Manchester con un’ora e mezzo di ritardo, scatenando la polemica del pubblico, in buona parte già uscito dall’arena. Ieri, anche riguardo questo frangente, non è andata molto meglio. «Ho aspettato a torso nudo per oltre un’ora – ha aggiunto Revell -. Io e mio fratello abbiamo ascoltato solo tre canzoni, poi siamo dovuti andare via per non perdere il treno che ci riportava a casa. Tutto ciò è offensivo, Axl Rose non rispetta i suoi fan. Penso sia l’ora che cresca e la smetta di comportarsi come un bambino».

Fonte: lastampa.it

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: