Invettiva porno-kantiana. La pornostar dice la sua…

Il sesso fa parte della natura…

Sul blog Solferino 28 pubblicano un intervento della pornoperformer ventenne Valentina Nappi. Questa estate sarà ospite del festival di Popsophia a Macerata in un dialogo con il filosofo Simone Regazzoni. In questo post, Nappi replica a quanti l’hanno accusata di essere nichilista o immorale. Ribatte con la più sublime delle citazioni kantiane. Molti intellettuali italiani, per darsi l’aria di studiosi impegnati e sobri, dicono che la sera, al posto di uscire, leggono Kant. Evidentemente si divertono un sacco.

“Il cielo stellato sopra di me, la legge morale dentro di me”. Sono queste le parole che mi danno la forza per andare avanti. Ogni giorno c’è chi mi scrive email sgrammaticate insultandomi, dicendo che non ho valori, che non ho un’etica. Ah, se potessero entrare nel mio cuore! Ah, se potessero sentire, verificare in prima persona che cosa davvero sento io! comprendere quali ideali mi fanno vibrare le vene ai polsi! Il cielo stellato sopra di me, la legge morale dentro di me: è questa la mia linea guida. In troppi pensano che i valori siano soltanto certi valori, e che l’etica sia soltanto una certa etica. Quando si parla “dei valori” o quando si dice “tu non hai valori” ci si riferisce quasi sempre a certi valori “tradizionali”. Come se i valori opposti a questi ultimi (ed eventualmente in conflitto con essi) fossero non-valori! Come se la “sacralità” delle varie dimensioni dell’esistenza fosse un valore, mentre la desacralizzazione non potesse esserlo. Come se la promiscuità sessuale non potesse essere altrettanto (e forse più) “etica” della monogamia, e “sentita” con altrettanto fervore.

C’è chi dice che una persona come me, e una storia come la mia, rappresentano un modello di nichilismo. Ma io sono agli antipodi del nichilismo! Il nichilismo non è certo l’unica alternativa al modello valoriale di Benedetto XVI: i giovani devono aver chiaro che esistono terze, quarte, quinte vie. E che la desacralizzazione del sesso non è sinonimo di dissolutezza, ma al contrario di un rapporto più razionale – proprio perché privo di ogni aspetto mistico-romantico – col corpo.

Quando si parla di crisi economica, io ho la netta sensazione che si nasconda quello che è il vero problema. L’economia è una macchina insensata, fine a se stessa. Se l’economia diventa il fine, allora non resta che il puro nulla. Senza sogni, valori, ideali, l’economia non è che un automatismo che gira a vuoto: produrre, consumare… ma qual è il senso? Dobbiamo darlo noi, il senso alle nostre vite. E quando diamo un senso alle nostre vite, diamo un senso anche all’economia, la quale diventa così un utile strumento. Ma se i giovani non hanno sogni, se vogliono un lavoro qualsiasi, per diventare dei consumatori qualsiasi, che sopravvivono e mettono su una famiglia qualsiasi, l’ennesima squallida famiglia che passa le domeniche al centro commerciale, allora viva la crisi! Perché un modello di esistenza così inutile non merita di essere perpetuato!

Dov’è il vostro cielo stellato? Qual è la vostra legge morale? Dove sono le vostre idee, i vostri sogni? È lì la risposta a questa crisi economica. È lì la salvezza, la possibilità di cambiamento di questa fiacca Italia contemporanea.

La gente ha tutto il diritto di non condividere il mio sogno di giovane pornoattrice. Ma è vile e disonesto sentenziare che non si tratta di un sogno, che i miei non sono valori, che non sono ideali, che la mia non è una battaglia etica, che il mio è solo nichilismo. Perché i veri nichilisti sono quelli la cui morale non è frutto di una scelta appassionata, ma dell’abitudine, dell’adeguamento ai valori tramandati. I veri nichilisti sono quelli che si cresimano e si sposano in chiesa senza convinzione, magari per quieto vivere. I veri nichilisti sono quelli che si preoccupano della loro sopravvivenza senza avere un progetto di vita. E non chi fa la guerra al mondo e deve affrontare inconvenienti di ogni tipo per portare avanti una scelta che i più trovano incomprensibile o, peggio, “comoda” (senza avere la benché minima idea della realtà delle cose).

t-shirt : lite-editions.com e www.magliettefresche.it

Valentina Nappi su: http://solferino28.corriere.it

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: