Dante? Un antisemita: via dai banchi di scuola.

Campagna per la tutela e la salvaguardia di Dante Alighieri e della "nostra" Commedia...

SCARICA L’APPLICAZIONE QR GRATUITAMENTE E IMPORTA -SEMPLICEMENTE INQUADRANDO IL QR CODE- LA COMMEDIA NEL TUO CELLULARE O I-PAD.

Dante Alighieri odiava gli ebrei: era un antisemita ma anche un antislamico e omofobo. E tutto questo disprezzo nei confronti dei due popoli e dei gay è riportato ne “La Divina Commedia”, il poema medievale scritto in terzine in dialetto toscano (il volgare) più studiato nella storia della letteratura e pietra miliare della cultura scolastica italiana.

A sostenere questa tesi sono alcuni ricercatori del comitato Onu “Gherush92“, organizzazione di consulenti speciali per il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite che svolgono progetti di educazione allo sviluppo, diritti umani, risoluzione dei conflitti, razzismo, antisemitismo, islamofobia.

  • Per questi motivi gli studiosi ritengono che “La Divina Commedia” debba essere ritirata dai programmi scolastici e universitari: Dante via dalla scuola. A finire sotto accusa in particolare sono i canti dell’Inferno XIV, XXIII, XXVIII e XXXIV. “Il canto XXXIV”, spiega il comitato Onu, “è una tappa obbligata di studio. Il personaggio e il termine Giuda e giudeo sono parte integrante della cultura cristiana: Giuda per antonomasia è persona falsa, traditore; giudeo è termine comune dispregiativo secondo un antico pregiudizio antisemita che indica chi è avido di denaro, usuraio,   persona infida, traditore“.

Secondo Valentina Sereni,  presidente di “Gherush92”, il Giuda dantesco è la rappresentazione del Giuda dei Vangeli, fonte dell’antisemitismo. E ancora, prosegue Sereni, “nel canto XXIII Dante punisce il Sinedrio che, secondo i cristiani, complottò contro Gesù;  i cospiratori, Caifas sommo sacerdote, Anna e i Farisei, subiscono tutti la stessa pena, diversa però da quella del resto degli ipocriti: per contrappasso Caifas è nudo e crocefisso a terra, in modo che ogni altro dannato fra gli ipocriti lo calpesti“.

Dante odiava anche Maometto rappresentato come “uno scismatico e l’Islam come una eresia” e gli omosessuali, coloro che ebbero rapporti “contro natura“, descritti mentre corrono sotto una pioggia di fuoco, condannati a non fermarsi.

C’è chi invece grida all’eresia dei ricercatori, Giulio Ferroni, storico della letteratura, critico letterario e scrittore, professore ordinario di letteratura italiana alla Sapienza di Roma, ha dichiarato che “La Divina Commedia” va letta nel suo contesto storico e che,  sarebbe una “follia” eliminarla dai piani di studio scolastici.

T-Shirt: www.magliettefresche.it

Fonte: http://magazine.excite.it

Annunci
  1. Idea molto creativa!

    Anche su http://www.qreativeshirt.com si trovano tante T-Shirts con QR Code personalizzabili!

    Da non perdere!

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: