Diabolik compie 50 anni. E una mostra itinerante ce lo ricorda.

Grande segno, grande tratto, grande idea, grande nome: Diabolik!

 

Non poteva che partire (e finire) a Milano la mostra Cinquant’anni vissuti diabolikamenteper la celebrazione del mezzo secolo di attività del ladro più famoso del fumetto italiano.

Proprio nella stazione della metrò di Cadorna, una 40enne Angela Giussani, sposatasi con l’editore Gino Sansoni e fondatrice della casa editrice Astorina, stava cercando una nuova pubblicazione dopo un primo progetto che aveva riscosso poco successo, le avventure del pugile Big-Ben. Guardando i pendolari, divoratori di gialli tascabili, ad Angela venne l’ispirazione di buttarsi sul genere noir e lo fece in maniera metodica perfino nel formato, comodo da mettersi in tasca e lungo quel tanto che basta per un viaggio in treno. La storia la scrisse lei stessa, prendendo spunto, così almeno vuole la leggenda, dal personaggio letterario di inizio novecento Fantomas. Fu così che, nel novembre del 1962, vide la luce delle edicole un albo dal titolo “Il re del terrore” che consegnò agli italiani un personaggio che ci sta accompagnando da cinque decadi, Diabolik.

Proprio per festeggiare i 50 anni di uno dei successi fumettistici italiani più grandi di sempre, verrà inaugurata al Cartoomics di Milano (16-18 marzo) una mostra che racconta tutto il background di uno dei più grandi ladri di tutti i tempi, dalle sue mamme, attraverso il documentario Le sorelle diabolike (dopo pochi numeri anche Luciana Giussani, sorella più giovane di Angela, si unì all’impresa editoriale), al suo padrino, l’attore Robert Taylor che col suo sguardo magnetico ispirò la fisionomia di Diabolik, passando per la compagna di vita, quella Eva Kant la cui madrina d’eccezione fu Grace Kelly, e il nemico di sempre, il commissario Ginko con la sua cravatta regimental a righe. Fra tavole originali, cimeli e memorabilia, Cinquant’anni vissuti diabolikamente vuole restituire agli italiani la memoria di un suo connazionale, almeno d’origini, perché poi le avventure del Re del Terrore sono state tutte ambientate nella cittadina fittizia di Clerville, un po’ Parigi e un po’ Marsiglia, che spopolò in tutto il mondo, dall’Europa al Sud America, dagli USA a Israele.

Cinquant’anni vissuti diabolikamente. Dal 16 al 18 marzo al Cartoomics, Milano; 6 aprile – 6 maggio al Palazzo delle Arti di Napoli, Napoli; 9 – 30 giugno al Centro Fumetto Andrea Pazienza, Cremona; 1 – 4 novembre, Lucca Comics & Games, Lucca; 9 – 21 novembre al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnica, Milano.

Annunci
  1. Have you ever thought about including a little bit more than just your articles?
    I mean, what you say is important and everything. However just imagine if you
    added some great visuals or videos to give your posts more, “pop”!
    Your content is excellent but with images and video clips, this blog could undeniably be one of
    the very best in its field. Excellent blog!

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: