Twitter vs Facebook, è guerra tra gli iscritti? ( Interessante analisi e dati U.S.A. sui due social network).

Facebook contro Twitter....e chissenefrega !

 
 

Creato l’hashtag #TornateSuFaceBook. Ma c’è chi dice: «È solo snobismo». E una ricerca smentisce la contrapposizione.

Twitter va all’attacco di Facebook. O, meglio, gli utenti amanti dei messaggi in 140 caratteri si scagliano contro chi si iscrive a Twitter senza capirne le regole e rimanendo fedele alle regole del social network di Mark Zuckerberg. Risultato è l’hashtag #TornatesuFacebook, primo nella classifica dei trend topic italiani.

 SUPERIORITA’ INTELLETTUALE – Tantissimi i messaggi postati, con inviti più o meno “minacciosi”. Scrive un utente: «È inutile iscriversi a #Twitter per postare solo foto e link. Se non avete niente da dire #tornatesuFacebook». O, ancora, «#tornatesufacebook se avete bisogno di affetto, se non potete fare a meno del “buongiorno” e della “buonanotte”». Si chiede di abbandonare anche a chi «cerca la chat e il mi piace, quelli qui non esistono». Stesso discorso con quelli che non possono fare a meno dei giochi online come FarmVille perché «su Twitter non si coltivano orti e non si dà da mangiare alle mucche». Qualche utente si scaglia anche contro l’abitudine dei seguaci di Zuckerberg «che postano 150 foto delle loro vacanze che non interessano a nessuno». Poi, c’è anche chi la prende con ironia e scrive: «Sono iscritto su Twitter da 10 minuti ma devo fare il figo, quindi #TornateSuFaceBook» E se la serie di messaggi ha principalmente l’obiettivo di dimostrare la superiorità intellettuale di Twitter, considerato social network dove si discute di argomenti più intelligenti, parecchi utenti non hanno gradito l’hashtag e l’hanno tacciato di snobismo. «Dov’è finita la democrazia? Ciascuno può scrivere quello che gli pare», si chiede un liberale della sfera. «Siete degli squadristi», accusa un altro. E così il dibattito va avanti per ore.

DALLO SCHERZO ALLA RICERCA – E mentre gli utenti italiani si divertono a contrapporre i due social network, negli States sono già state condotto ricerche di mercato per capire le differenze tra chi preferisce l’uno e chi invece usa più l’altro. Secondo lo studio «Social media around the world 2011» basato sull’analisi di 9.000 profili, Twitter pare essere innanzitutto più utilizzato dagli uomini (il 55% degli utenti è di sesso maschile). Facebook, invece, piacerebbe di più alle donne, con un 53% degli iscritti appartenti al gentil sesso. Poi, un’altra sostanziale differenza: Facebook porta via più tempo, ossia 37 minuti di media al giorno, contro i 21 su Twitter. Sempre secondo la ricerca, però, è sbagliato contrapporre a priori i due social network: intanto solo il 16% degli utenti iscritti a Twitter effettivamente usa il profilo. E, aspetto più importante, solo il 13% di chi ha un profilo su un social network usa esclusivamente Twitter. Il restante 87% è iscritto anche Facebook e lo privilegia per le comunicazioni quotidiane. Come dire che se #tornatesufacebook venisse davvero preso sul serio, a cinguettare rimarrebbero davvero in pochi.

Fonte : Marta Serafini per Corriere.it
twitter:@martaserafini

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: