La Russa troppo casual, Associazione ufficiali ‘bacchetta’ il ministro .

I tratti larussiani e dunque lombrosiani ci dicono che non riesce ad abbigliarsi meglio...

Un ministro troppo ‘casual’, almeno per le cerimonie militari. E’ l’Associazione nazionale ufficiali dell’Aeronautica militare, riporta ‘GrNet.it’, a ‘bacchettare’ Ignazio La Russa per l’abbigliamento giudicato “inidoneo” usato dal responsabile della Difesa in occasione di una cerimonia militare. L’associazione si riferisce alla presenza di La Russa in Afghanistan, presso la base del Regional Command West, ”nell’atto di ricevere la Bandiera Italiana del contingente Italiano Isaf dalle mani del comandante della Julia, generale Marcello Bellacicco, per consegnarla in quelle del comandante della Folgore, generale Carmine Masiello”.

”La sua camicia azzurrina – scrive in una lettera il Consigliere Nazionale dell'”Associazione Nazionale Ufficiali Aeronautica Militare”, generale Giuseppe Lenzi – sportivamente slacciata, ed il suo scuro maglioncino a ”V” (oltre ai pantaloni troppo abbondantemente ricadenti sui talloni), certamente appropriati per presenziare ad una cerimonia di scambio di gagliardetti fra bocciofile, non hanno conferito, all’evento in fieri, quell’importanza ch’esso si proponeva di raffigurare”. Per il futuro, Lenzi chiede a La Russa di ”conferire, alle cerimonie militari cui parteciperà, quell’austerità, anche formale, che, nelle polveri afghane, ella ha involontariamente offuscato”.
Immediata la replica del ministro: ”Io troppo casual? Non me la prendo certo con un generale abbondantemente in pensione, a cui porto rispetto per i capelli bianchi. Non si è però accorto che eravamo in mezzo all’Afghanistan: andare lì in giacca e cravatta forse ai suoi tempi era logico, oggi non lo è. In quelle occasioni si sta con la tuta mimetica: io me lo sono tolta perché tutti vanno con la mimetica in Afghanistan, ma quando ci vado io fa titolo sui giornali”. ”Mai visto uno andare in Afghanistan in giacca e cravatta, farebbe ridere – ribadisce all’Adnkronos il ministro della Difesa – Forse una volta si andava in guerra con la cravatta e il generale si riferiva a quel tempo che non c’è più. Bisogna sorridere di certi formalismi, in estate va bene anche questo…”. ”Tante volte ho messo la mimetica -ricorda il ministro- in quell’occasione non l’ho indossata proprio per far notare la differenza. Sarebbe stato ridicolo se mi fossi presentato in giacca blu, camicia bianca e cravatta regimental. E comunque -precisa La Russa- l’affetto che ho dato e ricevuto dai militari in quell’occasione vale più di qualche commento acido…”.

Fonte: http://www.adnkronos.com

 

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: