Pippa pigliatutto.(E stupende magliette dal mix humor britannico e duttilità della lingua inglese)

 

 

Gli sposi reali? Quasi dimenticati. Ma lei imperversa e rischia di diventare una celebrità trash…

Pippa fa allegria, nei Paesi mediterranei anche per via del nome. Pippa forse ora è euforica: dopo le nozze reali «Pippa goes global» scrivono i giornali britannici, in un giorno è diventata una celebrità planetaria; ma forse non è un’allegria spensierata. Pippa vorrebbe essere chiamata Philippa, nome elegante e aspirazionale che la mamma le ha dato ventotto anni fa progettando per la piccina un grande avvenire. Pippa-Philippa ci ha lavorato fin da piccola, con la determinazione che portò gli inglesi a conquistare un impero. Nei piani di casa Middleton però le figlie non dovevano conquistare imperi ma mariti. La sorella maggiore c’è riuscita, meglio non poteva fare. La sorella minore, star mondiale grazie a un vestito ben fasciante sul retro, sembra più brillante ma più complicata. Anche lei ha combattuto per entrare nella buona società; ma non è come la quieta e tenace Kate-Catherine. Ama essere la protagonista, il capo, la femmina sessualmente più intraprendente e appetita. Lo mostrano le foto uscite in questi giorni, vestigia di feste di nobili: si è appena fatta un abitino con un rotolo di carta igienica; in un’altra, oggetto dell’ultimo scandaletto, balla in reggiseno malva con un elegante ragazzo in boxer. A queste feste si beve molto, è noto.

Ma anche da sobria Pippa è Pippa. Lei e Kate sono le due facce della femminilità nuova/vecchia che piace ai media pop, alimenta conversazioni alle macchinette del caffè dell’intero pianeta, stimola clic di maschi etero interessati e donne masochisticamente pronte ai paragoni (o interessate, anche loro). Una è la bella senza pecche, con una forza tranquilla che l’ha trasformata in mogliettina futura regina. L’altra è party girl, tostissima manager di se stessa, un po’ esibizionista, tendente ai colpi di testa. E per questi colpi di testa i media mondiali hanno iniziato a osservarla nonstop. I bookmaker inglesi propongono scommesse su «cosa farà ora Pippa»? Una copertina di Vogue viene data 2 a 1. Un prossimo matrimonio 3 a 1 (col fidanzato ricco e attraente Alex Loudon, che però a questo punto pare troppo sbiadito per SuperPippa, e rischia di diventare un primo marito maltrattato, chissà); 7 a 1 un contratto da modella di alto profilo per Alexander McQueen. Il giorno del Royal Wedding molti hanno notato una diciamo simpatia con il principe Harry; ma le nozze Pippa-Harry vengono date 40 a 1. Mentre gli allibratori vedono più probabile (4 a 6) una vittoria di Pippa nell’importante concorso britannico «Rear of the Year», per i migliori glutei dell’anno.

Anche se quelli di Pippa non sono eccezionali;il successo è dovuto al contesto, l’abito da damigella, la navata centrale della Westminster Abbey, i reali presenti. Anche se Pippa è meno bella della maggior parte delle starlet che si vedono in foto e video. Ha un fisico da ragazza piccolina e tendenzialmente pienotta asciugato dalle convenienze, un viso grazioso illuminato da uno sguardo formidabile. «Ha quel genere di sicurezza che viene dall’essere circondati dal successo. Non è il tipo che ha dubbi. Per lei il fallimento non è un’opzione, e nemmeno una possibilità», ha detto un fotografo che l’ha ritratta tempo fa (lui voleva essere pagato, lei ha ottenuto le foto gratis).

 E nel suo curriculum ci sono vari successi accademici (ottimi college, e una laurea in letteratura inglese all’Università di Edimburgo) e sociali (all’università abitava col figlio del duca di Northumberland, con quello del duca di Roxburghe, e con vari altri giovani aristocratici che bevevano molto e riscaldavano poco; a Londra, dove ha lavorato per una società che organizza feste e per la newsletter della ditta di famiglia che produce gadget festaioli, nel 2008 è stata eletta single dell’anno). Più accidentata è stata la sua vita sentimentale: vari fidanzati ricchi e bennati (il Pippa-pensiero non ne prevede altri) prima o poi lasciati perché non si impegnavano. Ora però Pippa è global, e un po’ rischia: di scontare le sue foto osé, di mettersi in nuovi pasticci, di diventare una celebrità trash. Sarebbe quasi meglio finire col principe Harry, a pensarci (forse anche lui avrebbe bisogno di una Middleton che lo tenga a bada; e Pippa sarebbe una buona compagna di feste, per lui, tra l’altro).

Fonte: Maria Laura Rodotà per Corriere.it

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: