Ferrara grida al golpe al Tg1.

La maglietta del giorno se la becca Ferrara...forse era a corto di soldi ed è tornato alla corte di Re Silvio. 6 minuti di stronzate. Peccato. Era intelligente

Intervistona del telegiornale di Minzolini al direttore del Foglio.

“Noi…”. “No, no, no, prego prego”. “Noi abbiamo una dichiarata volontà da parte del gruppo l’Espresso di abbattere Berlusconi attraverso mezzi giudiziari, perché quelli politici hanno tutti fallito. Per questo ho chiamato alla manifestazione di Milano”. Giuliano Ferrara diventa il capo delle opinioni ufficiali del centrodestra con una incredibile intervista al Tg1, con la conduttrice che nemmeno si azzarda a interromperlo per fargli un’altra domanda.

AL GOLPE, AL GOLPE – ‘Sono 16 o 17 anni che in Italia c’e’ un partito, un circuito, o un circo mediatico-giudiziario: i giornali fanno cio’ che i pm non possono fare e i giornalisti diventano magistrati… A loro volta i magistrati fanno i giornalisti e informano loro su cio’ che desiderano informare’, aggiunge il simpaticone. ‘I peccati – conclude – i peccati li dico al confessore; e non e’ possibile trasformare i peccati in reati: se il premier non ha avuto una vita sobria, non per questo lo si puo’ mettere sotto processo per concussione e prostituzione, e’ una cosa surreale, incredibile….Il puritanesimo è violento, brutale: taglia la testa al re”.

LA SFIDA CON SCALFARI – “Spiate le sue carte, intercettate e spiate le sue conversazioni per costruire un’accusa mediatica, come dimostra il documento che è stato inviato al Parlamento”, prosegue Ferrara, “All’estero non riusciamo a spiegarlo ed è incredibile questo”. Lei aveva lanciato una sfida tv a Scalfari, vero?, chiede la conduttrice. “Sì, ma loro non vogliono confrontarsi in televisione o tra platee pubbliche. Ma il problema è il disegno: hanno fatto parlare un 13enne per inveire contro Berlusconi. Questo è un classico della Repubblica della virtù!”, continua. E fa paura mentre percula Eco che legge Kant: “Non lo capiscono, Kant, perché lui ha detto che il legno storto dell’umanità non si può raddrizzare con la legge. Questo è un progetto più che eversivo”. La citazione di Kant però è questa: “Da un legno storto come quello di cui e’ fatto l’ uomo , non si puo’ costruire niente di perfettamente dritto” e in quello che ha detto la legge non c’entra proprio niente. Il progetto eversivo, mi sa, sta tutto nel cervello di Ferrara.

Un minuto dopo l'intervento di Giuliano Ferrara al TG1, ecco lo stato "morale" delle televisioni italiane!

 Fonte: Alessandro D’amato per giornalettismo.com

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: