Magliette, magliette, magliette. 2010 verso il 2011…

Eloquente. Alla fine è pur sempre un lavoro...

Il 2010 ha ampiamente dimostrato e confermato che il lavoro ( o anche solo lavoretto) non manca neanche nei periodi di crisi. Il “blow job” ( che, come recita la t-shirt, in un sottile gioco linguistico solo anglosassone “è meglio che non lavorare…”) almeno dalle nostre parti (ma non solo) si è confermato un porto sicuro dal reddito stabile e garantito. E non parliamo di Ruby, di Mara, di Daniela, di Brenda…ovviamente. Loro il lavoro ormai ce l’hanno. Parliamo delle oscure ed oscuri lavoratori del “blow job” che si sono contraddistinte/i nel corso dell’anno. Con importanti referenti  politici a sostegno,quali Silvio e Piero,  ma anche con il supporto di testimonial , uomini e donne, dello “show biz”, come Fabrizio con la sua B.R. e via così…fino a Wikileaks, che ha rivelato cose inenarrabili per poi chiudere con  la “cosa” principale :  il “lavoretto” -condiviso- ad Assange dalle sue amiche. That’s life.

Insomma, a Capodanno, per chi ne avrà il coraggio, indossare questa maglietta vorrà dire più che altro essere INFORMATI, sensibili agli usi e costumi correnti, “up-to-date” e , sicuramente, disponibili.  Buon anno , buon indosso e buon job. (Blow…?).

M.M. ( per newsfromtshirts).

Annunci
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: